Salvini – Ghali, scintille in tribuna vip durante Milan-Inter sotto lo sguardo di Maldini (VIDEO)
8 Novembre 2021
Alfonso Siano stroncato da un malore a 73 anni, Salerno piange il signore del basket
8 Novembre 2021

Uovo con tuorlo arancione oppure giallo: come orientarsi nella scelta

I tuorli d’uovo possono differenziarsi in modo importante dal punto di vista del colore e presentano varie tonalità, partendo dal giallo chiaro fino ad arrivare all’arancione scuro, senza dimenticare anche il rosso.

Sul mercato c’è la possibilità di acquistare un gran numero di tipologie differenti di uova, che si diversificano in modo particolare in termini di dimensioni, tra quelle piccole, medie e grandi. Una scelta che, però, non si può basare unicamente su tale aspetto, dal momento che è fondamentale prendere in considerazione anche il colore che caratterizza il tuorlo, come spiegato nell’articolo apparso su Lettoquodiano.it.

Le caratteristiche dell’uovo con tuorlo giallo

I tuorli d’uovo, per chi non lo sa, si caratterizzano per riprendere il medesimo colore dei carotenoidi. Cosa sono questi ultimi? Si tratta, molto semplicemente, di pigmenti vegetali che sono la “causa” del colore che vanno ad assumere sia la frutta che la verdura. Ecco spiegato il motivo per cui sia i peperoni rossi dolci che la zucca, ma anche le carote, presentano al loro interno un’alta concentrazione di carotenoidi.

Ad ogni modo, è bene mettere in evidenza come i carotenoidi si possono trovare anche all’interno delle piante verdi, dal momento che i carotenoidi sono in grado di provvedere all’assorbimento della luce per sviluppare il processo della fotosintesi e a garantire adeguata protezione alla pianta rispetto al sole. La ragione per cui certi alberi assumono una colorazione gialla e arancione durante la stagione autunnale è semplicemente legata al colore “assegnato” dai carotenoidi, mentre la clorofilla verde tende a scomparire.

Da cosa dipende il colore del tuorlo

In tanti si chiedono il motivo per cui un uovo può avere un tuorlo arancione ed un altro un tuorlo giallo. Ebbene, tale differenza è strettamente legata al luogo in cui si è verificato l’allevamento delle galline.

Le galline che mangiano erba, semi e insetti, vivendo pienamente nella natura, possono contare su un nutrimento senz’altro migliore e più equilibrato e sono in grado, al contempo, di garantire la produzione di tuorli molto più luminosi e dal colore decisamente più arancione, visto che presentano una percentuale molto alta in termini di nutrienti, così come di grassi sani.

Invece, tutte quelle galline che vengono allevate all’interno di una fabbrica, ecco che spesso e volentieri vivono in uno spazio decisamente limitato e il loro nutrimento è composto da mangime per la maggior parte. In questi casi, si è verificata la tendenza alla produzione di tuorli dalla colorazione giallo pallido, in cui è stato evidenziato come il colore nutritivo è più basso in confronto ai tuorli dal colore arancione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *