Amandha Fox disperata per il suo cane: fissata ricompensa in caso di ritrovamento
1 Luglio 2020
bonus vacanze
Bonus vacanze, in poche ore l’hanno attivato in 110.000 mila italiani: come richiederlo
1 Luglio 2020

Droga dell’Isis, maxi sequestro di 14 tonnellate di Captagon al porto di Salerno

captgon

Maxi sequestro della Guardia di Finanza di Napoli questa mattina, 1° luglio 2020, al porto di Salerno di droga prodotta dall’Isis per finanziare il terrorismo. Si tratta di 14 tonnellate di amfetamine, 84 milioni di pasticche col logo captagon, prodotte in Siria. Sostanze che furono ritrovate nei covi terroristici francesi in occasione dell’attacco al Bataclan di Parigi nel 2015.

Operazione record della Gdf di Napoli, sequestrate amfetamine per 1 miliardo di euro

Oltre 1 miliardo di euro il valore sul mercato. Si tratta del più grande sequestro di amfetamine a livello mondiale, effettuato in esecuzione di apposito decreto emesso dalla Procura della Repubblica di Napoli – DDA e maturato nell’ambito di una complessa attività d’indagine delegata al GICO nei confronti di un’organizzazione con proiezioni internazionali dedita all’importazione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

La droga prodotta dall’Isis per finanziare il terrorismo


Nelle ultime settimane la Guardia di Finanza di Napoli aveva intensificato l’attività di controllo relativa allo spaccio di sostanze stupefacenti anche in virtù di altri sequestri effettuati in precedenza al porto di Salerno.

I cilindri di carta utilizzati per tentare di eludere i controlli

L’operazione è stata condotta con la collaborazione della Sezione Antifrode della Agenzia delle Dogane di Salerno. I cilindri di carta (ritrovati nei tre container), alti circa 2 metri e del diametro di 140 cm – verosimilmente costruiti in Germania – sono stati congegnati in multistrati in grado di celare allo “scanner” il contenuto, riposto negli strati interni, di circa 350 kg di pasticche per ogni cilindro.

Cos’è il Captagon

Il Captagon è’ un cloridrato di fenetillina, un composto di anfetamina e altre sostanze stimolanti, da decenni diffuso nei Paesi del Golfo, e ora usatissimo nei combattenti della “Guerra Santa”. Secondo la Dea americana, Isis ne fa largo uso in tutti i territori che controlla e ne controlla lo spaccio.

La sostanza viene somministrata anche agli attentatori kamikaze in modo che entrino in azione e si uccidano. Nell’organismo il Captagon produce: perdita di giudizio, resistenza alla fatica, euforia e abbandono di ogni inibizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *