Sabrina Ice
Volo Ryanair, l’ex hostess Sabrina Ice sui rapporti ad alta quota: ‘La mia esperienza su un volo per Dubai’
23 Settembre 2021
Giacomo Sartori
Giacomo Sartori è stato trovato morto nel pavese, forse stava cercando di recuperare lo zaino rubato
24 Settembre 2021

Bassetti sbotta sul possibile stop ai virologi in tv: ‘Provvedimento degno di una dittatura’

Matteo Bassetti Domenica In

In radio e tv solo i medici autorizzati dalle strutture sanitarie dove prestano servizio. L’ordine del giorno di Giorgio Trizzino (Gruppo misto) è stato approvato dalla Camera ed ha provocato la reazione stizzita di alcuni professionisti che, senza fare giri di parole, hanno parlato di “bavaglio ai medici“. Da quando è esplosa la pandemia da Covid 19 i virologi sono diventati una presenza fissa dei programmi di informazione.

Matteo Bassetti sull’ordine del giorno approvato alla Camera: ‘Alcuni politici vogliono parlare di virus e vaccini’

Sulla questione si è espresso l’infettivologo Matteo Bassetti, direttore della clinica di malattia infettive dell’ospedale San Martino di Genova. “Come nella Cina di Mao e nella Russia di Stalin. Alcuni politici vogliono essere loro a parlare di virus e vaccini. Che pena” – ha scritto su Instagram accompagnato da un filmato in cui ha spiegato il suo punto di vista. “I medici che rilasciano interviste o vanno in televisione chiedono sempre un’autorizzazione ai loro enti se parlano dei loro pazienti o di situazione organizzative.

Diverso è limitare la nostra opinione relativamente evoluzione della malattia o dei vaccini. Questo provvedimento è degno della Cina di Mao, della Russia di Stalin o di qualche altra dittatura. Se fosse così un avvocato non potrebbe parlare in televisione di questioni legali o un grande chef di come si cucina” – ha spiegato Bassetti.

‘Un provvedimento degno della Cina di Mao o della Russia di Stalin’

“Non dimentichiamo che le cose che argomentiamo le studiamo. Abbiamo studiato per 30/40 anni e se passasse una cosa del genere sarebbe una grande limitazione della libertà non degna di un Paese civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *