Palmas
Tragedia Palmas, l’aereo si schianta dopo il decollo: morti presidente e 4 calciatori, Brasile sconvolto
24 Gennaio 2021
Roberta Siragusa
Palermo, 17enne uccisa e bruciata: gli ultimi istanti di vita di Roberta Siragusa in una Stories su Instagram
24 Gennaio 2021

Nocera Inferiore, medico 45enne muore mentre gioca a tennis: Mauro Valeriano D’Auria era in servizio all’Umberto I

Valeriano D'Auria

Un arresto cardiaco l’ha stroncato mentre giocava a tennis. Il 45enne Mauro Valeriano D’Auria, stimato professionista originario di Sant’Antonio Abate, è stato immediatamente soccorso dopo aver accusato il malore ma i tentativi di rianimarlo sono risultati vani.

Malore stronca Mauro Valeriano D’Auria mentre gioca a tennis

Il medico, specialista gastroenterologo, era in servizio presso l’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore e veniva definito un’eccellenza medica dell’ecografia intestinale. La notizia dell’improvvisa morte ha lasciato sconcertati parenti, colleghi ed amici.

Mauro Valeriano D’Auria lascia la moglie Renata, due figli piccoli ed un grande vuoto. In tanti lo hanno ricordato sui social network esaltando la sua professionalità e disponibilità. “Ha operato mio padre. Disponibile, umile. Senza parole. Un’eccellenza abatese” – ha scritto un conoscente.

Il 45enne gastroenterologo ricordato sui social network

Sono sconvolta da questa terribile notizia. Vi sono vicina con immenso affetto” – il messaggio di un concittadino. Tra gli ultimi post pubblicati sui social dal medico in servizio all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore quello in cui aderiva alla campagna vaccinale per sconfiggere il coronavirus.

Commovente il ricordo del Lusciano Tennis Club: “Prima di scrivere, abbiamo dovuto interiorizzare, in parte, la tragedia, il dolore ed il dispiacere. Ieri abbiamo perso un valido giocatore, un buon amico ed un ottimo medico, Mauro Valeriano D’Auria.

“Venerdì sera sei passato da noi, per l’allenamento di Domenico. E vogliamo ricordarti così, in piedi davanti alla macchina incordatrice, attento a scegliere la corda adatta per la nuova racchetta.Siamo vicini alla dolce moglie Renata, a Domenico e Lodovica, ed al maestro Cristiano Brancaccio, con cui Mauro era legato da una sincera amicizia. Buon viaggio nel paradiso dei tennisti”.

Mauro Valeriano D’Auria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *