Salernitana-Sampdoria 0-2, pagelle e highlights: il ballo delle punte non diverte nessuno, Kastanos e Obi fumosi
21 Novembre 2021
Santa Cecilia
Buon onomastico Cecilia oggi 22 novembre: video, gif e immagini di auguri da inviare via social
22 Novembre 2021

Omicidio Matias, lo zio irrompe in ospedale dal papà assassino: ‘Ditemi dov’è che lo uccido’

Ditemi dov’è che lo uccido“. Lo zio del piccolo Matias, il bimbo di 10 anni ucciso dal papà, ha fatto irruzione in ospedale a Vetralla, nel viterbese, per cercare Mirko Tomkow per farsi giustizia da solo. Umberto Marcelli aveva accompagnato il figlio della sorella a casa dopo essere andato a prenderlo a scuola. Il bambino aveva preferito restare nella sua abitazione in attesa del rientro della madre che l’ha trovato privo di vita.

Il blitz dello zio di Matias all’ospedale di Vetralla con un coltello: denunciato per porto abusivo di arma da taglio

Il padre era riuscito ad entrare in casa ed a convincere Matias che non aveva nulla da temere. Il bambino non pensava che il genitore, la persona che l’avrebbe dovuto proteggere da tutto e da tutti, si trasformasse nel suo carnefice. Poche ore dopo i funerali del piccolo, celebrati nella chiesa di Santa Maria del Soccorso, a Cura di Vetralla, Umberto Marcelli si è recato all’ospedale di Belcolle con un coltello ed ha chiesto dove si trovasse Mirko Tomkow, ricoverato nel reparto riservato ai detenuti con problemi di salute. La situazione non è degenerata per il tempestivo intervento dei carabinieri . Lo zio di Matias è stato fermato dai carabinieri, sedato e ricoverato in stato di choc. Per Marcelli è scattata la denuncia per porto abusivo di arma da taglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *