Incidente Gattinara, Julia investita a 18 anni mentre rientrava da scuola: choc a Brusnengo
13 Aprile 2022
Formazione Giuridica – Scuola Zincani: ‘Formiamo giuristi completi’
14 Aprile 2022

Quel volto era ormai diventato familiare. Franco lo incrociavo la notte al Bar Marconi, storico bar di Salerno a Torrione, e qualche volta, quando andavo di fretta l’umore non era di quelli giusti, avrò risposto anche in maniera brusca alle sue richieste che poi erano sempre le stesse. Una sigaretta a chi fumava o, in alternativa,… “Mi offri un caffè”. Franchino, come lo chiamavano in tanti, non c’è più. É deceduto all’improvviso, stroncato da un infarto.

Stroncato da un infarto, era un volto familiare ai salernitani della zona orientale

Il titolare del Bar Marconi è stato tra i primi a ricordarlo sui profili social ed in pochi minuti la ferale notizia si è diffusa rapidamente nella tarda serata di mercoledì 13 aprile. In molti sono increduli perché l’avevano incrociato pochi giorni prima. A volte stazionava davanti al bar ed in altre circostanze si assopiva sulla sedia all’interno del locale. Il giorno lo si vedeva spesso tra Torrione e Pastena (zona orientale di Salerno), in alcuni casi al Bar Palumbo, altre volte nei pressi di un tabacchi di via Posidonia o davanti al supermercato Carrefour.

Era diventato una presenza familiare delle notti salernitane ed in tanti si erano affezionati a lui e con alcuni Franco si apriva e raccontava un po’ di sé. Con la tempesta o la luna piena era sempre lì e ora sarà strano non incrociarlo più al Marconi. Addio Franchino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.