Berrettini
Berrettini fa la storia: è in finale a Wimbledon, il video del punto che resterà negli annali del tennis
9 Luglio 2021
Giorgio Scanu
Giorgio Scanu linciato in Honduras: arrestate cinque persone a Santa Ana, volevano vendicare la morte di un anziano
9 Luglio 2021

Pierluigi Pardo, Mediaset fa causa al telecronista: dall’addio a Tiki Taka alle divergenze sul contratto

Mediaset ha annunciato di voler adire le vie legali nei confronti del telecronista Pierluigi Pardo per non aver rispettato gli impegni contrattuali assunti con l’editore. In buona sostanza i vertici di Cologno Monzese contestano al giornalista e conduttore televisiva di non aver rispettato la collaborazione in esclusiva in quanto è stato presentato nella squadra di telecronista di Dazn.

Pardo non avrebbe rispettato il contratto di esclusiva: ‘Agiremo in tutte le sedi competenti’

“Nonostante gli impegni assunti, confermati dalla partecipazione di Pierluigi Pardo a una riunione operativa con la redazione sportiva Mediaset avvenuta il 2 luglio 2021, il conduttore è stato riportato giovedì 8 luglio anche come membro della squadra di telecronisti di un’altra società. Ove tale inadempienza fosse confermata, Mediaset non solo risolverà le intese raggiunte ma agirà nei confronti di Pardo in tutte le sedi competenti“.

L’allontanamento di Cassano, l’avvicendamento con Chiambetti a Tiki Taka: un anno ad alta tensione

Che qualcosa si fosse rotto nel rapporto tra Pierluigi Pardo e Mediaset si era compreso già al termine della scorsa stagione quando il Biscione aveva deciso di affidare Tiki Taka, trasmissione condotta per anni dal telecronista, a Piero Chiambretti. Nei mesi precedenti il conduttore televisivo era rimasto spiazzato dalla decisione dei vertici di chiudere la collaborazione con Antonio Cassano, all’epoca opinionista del programma sportivo di Italia 1 con Bobo Vieri. Pardo si sarebbe dovuto occupare delle telecronache della Champions League ma, a questo punto, Mediaset dovrebbe promuovere Massimo Callegari che pure era in orbita Dazn.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *