Vincenzo Monti
Vins 41 non ce l’ha fatta, il rapper di Senago aveva perso la gamba in un terribile incidente: la madre dell’investitore aveva denunciato il figlio
27 Luglio 2021
Fognini
Fognini sfiora l’impresa con Medvedev a Tokyo 2020: l’azzurro perde le staffe e pronuncia una parola che fa indignare il web (VIDEO)
28 Luglio 2021

Gianni Nazzaro è morto, dalle imitazioni ai successi negli anni ’70: l’amara esclusione da Sanremo con la canzone portata al trionfo da Ranieri

Cantante, attore ma anche volto amato dei fotoromanzi. Gianni Nazzaro si è spento al al Policlinico Gemelli di Roma poco dopo le 19. Lottava da tempo contro un brutto male (un tumore ai polmoni), come ha confermato la famiglia. Nato a Napoli il 27 ottobre 1948, il 72enne artista aveva conquistato la ribalta tra la metà degli anni ’60 e gli anni ’70, inizialmente come imitatore di Morandi, Celentano e Bobby Solo. Nel 1967 il debutto al Festival di Napoli segna la svolta artistica ma il primo successo di rilievo arriva l’anno dopo ad Un disco per l’estate con il brano Solo noi.

Gli esordi con le imitazioni di Morandi e Celentano, il trionfo al Festival di Napoli con Peppino Di Capri

Dopo aver preso parte al Cantagiro arriva il trionfo al Festival di Napoli nel 1970 con Me chiamme ammore in coppia con Peppino Di Capri. Successivamente ha preso parte a diverse edizioni del Festival di Sanremo con brani che hanno lasciato il segno. Da L’amore è una colomba a Bianchi cristalli sereni passando per Non voglio innamorarmi mai, A modo mio, In fondo all’anima. A Sanremo torna nel 1983 con Mi sono innamorato di mia moglie. Quattro anni dopo presentò il brano Perdere l’amore che venne scartato alle selezioni. Lo stesso brano fu presentato l’anno dopo da Massimo Ranieri. Non solo venne accettato dal direttore artistico ma vinse anche il festival della musica italiana con Nazzaro che polemizzò molto per l’accaduto. Tornò a Sanremo con la Squadra Italia nel 1994 con il brano Una vecchia canzone italiana.

La polemica per l’esclusione a Sanremo, i due grandi amori, le copertine sui fotoromanzi, le nozze con Nada sul letto di morte

Da attore ha recitato in Un posto al sole, Un posto al sole estate, Incantesimo. Ha partecipato a Tale e quale show nel 2014 (vinse una puntata interpretando Perdere l’amore) ed ha presentato la trasmissione musicale MilleVoci in onda su un circuito di emittenti regionali e su Sky. Negli anni ’70 Gianni Nazzaro era un idolo delle teenagers e presto divenne uno dei volti di punta delle copertine dei fotoromanzi.

Nada Ovcina e Catherine Frank sono stati i due grandi amori. Per la modella francese divorziò dalla moglie, dalla quale aveva avuto già due figli. Il rapporto passionale culminò con la nascita di altri due figli. Sacro fuoco che si spense poco dopo con Nazzaro che tornò dalla prima moglie senza tuttavia risposarsi. Come riportato da Nuovo, che giovedì 29 luglio pubblicherà l’ultima intervista, sul letto di morte ha sposato nuovamente Nada.

Gianni Nazzaro con la compagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *