Come giocare online senza spendere un euro
12 Ottobre 2021
No vax 68enne si cura in telemedicina e muore a Ferrara: indagato medico
12 Ottobre 2021

Incontinenza urinaria maschile: 6 consigli utili

Può capitare, soprattutto da una certa età in poi, di soffrire di incontinenza urinaria. Con il passare degli anni, infatti, si indebolisce il pavimento pelvico, e aumentano le probabilità di andare incontro a una serie di patologie della prostata.

L’incontinenza maschile può essere connessa anche a infezioni alle vie urinarie, a condizioni di demenza senile, a malattie come il diabete. In generale, le cause sono diverse e talvolta si combinano tra loro. Ovviamente è essenziale individuare i principali fattori all’origine del problema, così da trovare un rimedio adatto.

Nel frattempo, è facile migliorare la qualità della vita con prodotti come gli assorbenti per uomo di AMioAgio. Questi accessori sono disponibili in due sagome: a conchiglia e a cappuccio, per soddisfare qualunque esigenza. La prima tipologia è indicata per l’incontinenza più grave, la seconda per le perdite di urina lievi.

Lo shop di amioagio.it offre un vasto assortimento di articoli e strumenti per la cura degli anziani, non solo assorbenti ma anche pannoloni, traverse per il letto, detergenti delicati per la pelle ecc. Gli acquisti presso questo negozio sono del tutto raccomandati, soprattutto per l’ottimo rapporto qualità-prezzo che caratterizza le forniture.

Vediamo, ora, i consigli più utili per fronteggiare l’incontinenza urinaria!

1. Chiedere aiuto al medico

Per cominciare, se notate qualche avvisaglia dell’incontinenza, non dovete avere vergogna né imbarazzo: questo disturbo è più comune di quanto si pensi, e interessa molti esponenti del sesso maschile (e anche femminile).

È opportuno, quindi, non aspettare oltre e chiedere subito aiuto al medico di fiducia. Egli farà un controllo specifico per comprendere sia il tipo di incontinenza (da sforzo, funzionale, da urgenza ecc.) sia la causa. Vi proporrà infine una soluzione, che varia a seconda dell’entità della problematica, della vostra età e così via.

2. Evitare gli alimenti troppo salati

Il nostro secondo suggerimento consiste nel seguire la corretta dieta. Per chi è soggetto a incontinenza è importante evitare le pietanze con troppo sale: esse favoriscono la ritenzione idrica, ovvero un accumulo di liquidi nell’organismo – il che, come potrete intuire, è deleterio in situazioni come l’incontinenza urinaria.

Ciò non vuol dire che il sale debba essere eliminato del tutto. Quello che conta è la moderazione, così come in tutte le cose. L’ideale è mettere da parte i cibi con una concentrazione sovrabbondante di sale, come gli snack industriali, gli insaccati e i salumi.

3. Adottare un regime alimentare sano

Sempre per quanto riguarda l’alimentazione, per limitare l’incontinenza è fondamentale mangiare in maniera equilibrata e salutare.

Per la prevenzione del benessere della vescica sono eccellenti la frutta e la verdura, in particolare la lattuga, i finocchi, i mirtilli, l’uva, le carote e l’anguria. Sono consigliati anche il pesce, la carne bianca e lo yogurt magro: quest’ultimo contiene fermenti lattici, indispensabili per la flora intima.

Meglio non esagerare con il peperoncino, potenzialmente irritante, e con i pomodori. Lo stesso vale per i dolci, dato che gli zuccheri semplici incentivano la crescita batterica.

4. Usare assorbenti di qualità

Se soffrite di incontinenza urinaria, come già abbiamo evidenziato, sono ottimi gli assorbenti per uomo. Quelli di qualità, come i prodotti di AMioAgio, non si vedono sotto i vestiti e garantiscono la massima discrezione.

Ci sono assorbenti concepiti per trattenere fino a 2 gocce di urina, e altri per 3-5 gocce. Assorbenti da giorno o da notte, per ogni esigenza. Con questi articoli non sentirete alcun fastidio, non proverete imbarazzo e potrete vivere la vostra quotidianità senza il timore di eventuali perdite.

Prima di comprare gli assorbenti, bisogna riflettere su caratteristiche come il livello di assorbenza, la gravità dell’incontinenza, la capacità dei materiali di nascondere i cattivi odori. Ad ogni modo, gli assorbenti più adeguati sono sinonimo di comfort e di sicurezza.

5. Bere la giusta quantità di acqua

A differenza di quanto alcuni credono, in caso di incontinenza urinaria non si deve bere poca acqua. Anzi, questa abitudine ha un esito negativo: la disidratazione determina l’iperconcentrazione delle urine, e anche un aumento della minzione.

Non bisogna nemmeno eccedere con la quantità di acqua e di tisane: vanno benissimo 1,5-2 litri al giorno. Il tè verde è un toccasana per la prostata, mentre è preferibile evitare gli alcolici che provocano disidratazione. Anche il caffè andrebbe limitato, così come le bibite gassate ed energetiche.

6. Praticare gli esercizi per il pavimento pelvico

Ci sono degli esercizi che rafforzano il pavimento pelvico, e che dunque ci aiutano contro l’incontinenza urinaria.

Sono famosi gli esercizi di Kegel, che consistono in contrazioni dei muscoli pelvici a intervalli regolari. La contrazione va mantenuta per una decina di secondi, per poi rilasciare e ripetere per 10 volte.

Gli esercizi di Kegel sono suggeriti per la salute della vescica e del retto. Si tratta di una vera e propria ginnastica vescicale, che riduce le perdite involontarie di urina ed è utile anche per la prevenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *