GF Vip, Alex Belli: ‘Manuel non può cadere’, il web chiede la squalifica (VIDEO)
3 Novembre 2021
Chi l’ha visto, segnalazione dopo la scomparsa di Filomena Toriello: la madre perde le staffe con Federica Sciarelli, 45enne ritrovata (VIDEO)
4 Novembre 2021

Si festeggia oggi San Carlo Borromeo, nipote di Pio IV. Venerato come santo della Chiesa cattolica, fu cardinale e arcivescovo cattolico italiano. Canonizzato nel 1610 da Papa Paolo V, a soli 26 anni dalla sua morte, San Carlo è considerato dagli storici come uno dei massimi riformatori della Chiesa cattolica romana nel XVI secolo. In particolar modo fu significativa l’introduzione dei seminari per i presbiteri e la loro educazione.

Alto 1,80 e robusto come pochi in un epoca in cui l’altezza media non superava l’1,65, Carlo osservava a dovere le indicazioni di Ambrogio e Agostino: digiunare e destinare ai bisognosi quanto risparmiato. Fu nominato cardinale a soli 20 anni da Papa Pio IV, del quale divenne anche segretario personale. Fu subito protagonista del concilio di Trento e dopo la morte dello zio si trasferì da Roma a Milano e dedicò la sua azione pastorale alla cura delle anime ed alla moralizzazione dei costumi.

San Carlo Borromeo, cardinale e riformatore della Chiesa

Si impegnò nel riformare la diocesi dove la disciplina ecclesiastica si era persa del tutto. Si impegnò nella soppressione degli Umiliati, le cui idee si distanziavano sempre più da quelle della chiesa, ed i beni furono devoluti ad altri ordini. Inoltre combatté il protestantesimo nelle valli svizzere.

Carlo Borromeo scampò alla peste, la prematura morte

Dopo essere scampato alla peste, Carlo Borromeo iniziò ad avere problemi di salute e fu sotto costante controllo medico fino alla morte sopraggiunta, all’età di 46 anni, a Milano la sera del 3 novembre 1584 in seguito ad un violento attacco febbrile. Fonti storiche riferiscono che da giovane amava suonare il violoncello e giocare a scacchi ma in seguito alla morte del fratello decise di dedicarsi alla vita sacerdotale. San Carlo è patrono della Lombardia e santo protettore di catechisti e vescovi.

Significato del nome. Carlo è un nome italiano di origine germanica che significa “uomo di condizione libera” ma anche fermezza senza eguali. Carla ne integra, al femminile, la cordialità e la franchezza, una vivacità dall’aura significativa.

Buon onomastico Carla, Carlo 4 novembre: immagini da inoltrare su WhatsApp

Auguri di buon onomastico. Oggi, 4 novembre, in occasione della ricorrenza di San Carlo  tanti cercheranno di sorprendere i propri cari, gli amici e i colleghi di lavoro con messaggi originali, significativi o divertenti per augurare buon onomastico Carlo, buon onomastico CarlaDi seguito alcuni immagini, video e gif da inoltrare oggi, 4 novembre , per gli auguri di buon onomastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *