Giorgi
Giorgi, l’artista dai look estroversi insegna ai bambini e sfida i luoghi comuni
26 Luglio 2021
Basile
Fabio Basile esce sconfitto a Tokyo 2020 dopo una battaglia con Chang-rim ma viene criticato sui social per la partecipazione al GF Vip, la replica stizzita
26 Luglio 2021

Muore a 26 anni durante il parto: i medici salvano la figlia, Civitanova piange Alix Rossi

Alix Rossi

Sognava di cullare tra le sue braccia quella figlia che tanto aveva voluto. Alix Rossi è morta a soli 26 anni per complicazioni respiratorie all’ospedale Salesi di Ancona dov’era stata trasferita dopo il ricovero d’urgenza all’ospedale civile di Macerata. Il suo cuore ha cessato di battere durante il parto domenica 25 luglio a causa di una patalogia irreversibile. I medici sono riusciti a salvare la bambina della giovane originaria di Civitanova ma residente a Montegranaro.

Alix Rossi soffriva di una patologia irreversibile, era madre di un figlio

Alix Rossi, sposata e madre di un bimbo di un anno, era affetta da connettivite, una malattia sistemica autoimmune, e da artrite reumatoide. Da rilevare che a gennaio la marchigiana aveva contratto il Covid. Nel week end le sue condizioni di salute hanno avuto un brusco peggioramento. La ventiseienne era alla ventinovesima settimana di gravidanza e, dopo il controllo all’ambulatorio della Patologia Ostetrica, è stata prima ricoverata all’ospedale di Macerata e poi trasferita nella terapia intensiva cardiologica di Torrette.

La ventiseienne non rispondeva più alle cure, i medici hanno deciso di farla partorire

I medici, una volta accertato che la giovane non rispondeva alle terapia e d’accordo con i familari, hanno deciso di farla partorire per salvare la bambina che sta bene ed è ricoverata al Salesi di Ancona. Alix non potrà abbracciarla ma i congiunti assicurano che avrebbe fatto qualunque cosa per metterla al mondo. Rabbia e incredulità a Civitanova e Montegranaro dove la ragazza, madre colombiana e papà ex pescatore di vongole, era conosciuta e ben voluta da tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *