Stansted-Dalaman ubriaca
Follia sul volo Stansted-Dalaman, ubriaca minaccia pilota e lo costringe a tornare indietro (VIDEO)
23 Giugno 2019
lutto andrea zelletta
Uomini e Donne, grave lutto per Andrea Zelletta: la commovente dedica
23 Giugno 2019

Meteo, arriva l’inferno africano: temperature sopra i 40 gradi e notti tropicali, i dettagli

meteo inferno africano

Dopo un maggio piovoso e le grandinate di questi giorni l’estate, non solo dal punto di vista astronomico, sta finalmente per decollare. Secondo i meteorologi l’ultima settimana di giugno sta rovente con la bolla africana che farà boccheggiare l’intera penisola. Le temperature si inizieranno ad alzare da lunedì 24 giugno e raggiungeranno l’apice tra mercoledì e giovedì quando in alcune zone del Bel Paese si registreranno temperature intorno ai 40 gradi (fino a punte di 42 gradi secondo alcuni esperti).

L’eccezionale ondata di caldo non interesserà soltanto il centro sud ma anche il Nord Italia ed, in particolare, la Val Padana. A Milano e Torino si arriveranno a toccare i 38 gradi di temperatura con elevati tassi di umidità a creare ulteriori disagi.

Meteo, inferno africano: temperatura record al nord Italia, notti roventi con temperature sopra i 27 gradi

Temperature ben al di sopra dei 30 gradi si registreranno a Genova, Cuneo, nel Ferrarese e in gran parte della Toscana con la percezione del calore che sarà superiore a causa dell’elevato tassi di umidità. Caldo afoso anche in Sardegna e lungo la costa tirrenica con la consolazione, per chi potrà permetterselo, di tuffarsi a mare per cercare un po’ di refrigerio. L’inferno africano provocherà il fenomeno delle notti tropicali con temperature fino a 27 gradi che mal si concilieranno con il riposo.

Temperature record che saranno registrate, secondo meteo.it, anche nelle grandi città, dam Torino a Milano passando per Firenze e Roma, a causa dell’effetto isola. Il grande caldo dovrebbe attenuarsi in coincidenza con la prima settimana di luglio quando si dovrebbe tornare a ‘respirare’ con il tempo che, comunque, dovrebbe mantenersi stabili e permettere a chi è in partenza di godersi le vacanze senza cattive sorprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *