Coronavirus, Giuliana De Sio ricoverata allo Spallanzani: ‘Questa felicità non c’è più’
14 Marzo 2020
mara venier ultima puntata domenica in
Domenica In sospesa per l’emergenza coronavirus
14 Marzo 2020

Non volete rinunciare alla pizza del sabato o, comunque, ad uno dei piatti più gustosi e tipici della tradizione italiana? La prelibata pietanza si può preparare in casa seguendo pochi pratici consigli. Non resta che procurarsi gli ingredienti necessari e rimboccarsi le maniche per preparare un impasto in grado di stuzzicare i palati più fini.

Gli ingredienti e come preparare l’impasto per la pizza margherita

Per preparare l’impasto per la margherita servono 500 grammi di farina bianca, 250 millilitri di acqua, 15 grammi di lievito di birra, 20 grammi di olio, 10 grammi di sale. Per il condimento, invece, dovete avere a disposizione 500 grammi di pelati, una mozzarella e un po’ di origano. Cominciate facendo sciogliere il lievito in un po’ di acqua a temperatura ambiente, l’ideale sarebbe a 25 gradi. Disponete su una spianatoia (tavola di legno per preparare l’impasto) la farina a fontana, oppure versatela in un recipiente.

Unite l’acqua poco alla volta, cercando di amalgamare bene e in modo graduale gli ingredienti. Dopo che avrete versato la metà del liquido, aggiungete anche il sale che non deve entrare in contatto diretto con il lievito, onde evitare che ne neutralizzi l’azione. Versate anche l’ultima parte di acqua, sempre gradualmente, e impastate fino a ottenere un composto omogeneo. Ora è il momento dell’olio anche questo da aggiungere poco alla volta. Lavorate l’impasto ancora per qualche minuto, senza tirare la pasta ma ripiegandola su se stessa.

Lievitazione e cottura

Dopo aver ottenuto un panetto morbido e liscio trasferitelo in un recipiente e copritelo con una strofinaccio o con una pellicola lasciandolo lievitare per un’ora e mezza. Fondamentale è che la lievitazione avvenga ad una temperatura di 26/28 gradi con la ciotola che può essere messa nel forno spento ma con la luce accesa. Quando la pasta sarà gonfia e morbida potrà essere estratta dal forno e posta sul piano di lavoro dividendolo in due parti. A questo punto la pasta va stesa con le mani e non con il mattarello schiacciandola in modo da portarla verso di voi per poi allontanarla.

L’operazione va ripetuta almeno 5 volte per almeno mezz’ora in modo da formare poi due sfere che vanno fatte riposare per un’altra mezz’ora. Trascorso questo lasso di tempo la pasta sarà pronta per essere tirata e condita a piacimento. La pizza va cotta in forno caldo a 220 gradi per 20 minuti circa. Il trucco per una margherita con i fiocchi? Aggiungere la mozzarella a metà cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *