Sonia Lattari
Femminicidio nel cosentino, Sonia Lattari accoltellata e uccisa dal compagno a Fagnano Castello
13 Settembre 2021
Martina Luoni cancro
Martina Luoni non ce l’ha fatta, la 27enne raccontò il suo calvario da malata oncologica in emergenza Covid
14 Settembre 2021

Bollette, rincari in arrivo ad ottobre: cosa aumenta

Dal primo ottobre prossimo si attendono nuovi aumenti dopo quelli dello scorso 1° luglio. Stando alle prime stime relative alle revisioni dell’Arera (L’autorità di regolazione per l’energia reti e ambiente) che prendono in esame l’ultimo trimestre del 2021, si tratterebbe di un aumento consistente. in particolare i rincari riguarderanno le bollette di luce e gas. Secondo gli esperti in materia, l’aumento delle bollette dell’energia elettrica potrebbe essere pari al 20%, mentre per quelle del gas si stima una crescita del 30%.

Bollette: le utenze che aumenteranno dal 1° ottobre

Ciò potrebbe avvenire a partire dal 1 ottobre quando l’Arera aggiornerà le tariffe secondo consuetudine. Soltanto un intervento del Governo potrebbe quindi attenuare i rincari. Non va trascurato che questi costi andranno sostenuti anche dalle imprese che a partire da ottobre dovranno sottoscrivere nuovi contratti di fornitura. Pertanto se effettivamente dovessero esserci questi aumenti, vi sarebbe anche un rialzo dei prezzi al consumo, che innescando una spirale negativa andrebbe a deprimere una economia, che dopo le restrizioni per il lockdown appare invece in ripresa.

Ma cosa c’è alla base di questi rincari? Secondo gli esperti si devono alle speculazioni internazionali sulle emissioni Ets di anidride carbonica, un gas serra e sul metano, un altro gas serra. Si assiste anche a un aumento del costo del carburante, ma questa volta il petrolio non c’entra essendo dovuto soprattutto alle penalizzazioni fiscali. In previsione di questi rincari sulle bollette di luce e gas è quindi opportuno rivedere le nostre abitudini di consumo. In questo senso dovremmo entrare nell’ottica del risparmio energetico. Ad esempio d’estate possiamo regolare lo scaldabagno a diverse temperature, mentre d’inverno possiamo lavare i panni a pieno carico.

Non lasciamo i vari apparecchi che abbiamo in casa in stand by ma spegniamoli, lo stesso per la luce nelle stanze vuote. Un altro utile e semplice accorgimento è quello di lavare i piatti a temperatura ambiente, vi sono infatti in commercio dei detersivi per piatti che fanno il loro lavoro anche a freddo. Un altro consiglio suggerito dagli esperti è quello di cuocere più cibi in contemporanea utilizzando il forno in modo da assicurarsi la cottura di più alimenti nello stesso tempo grazie ai suoi ripiani. Insomma meglio essere previdenti per non lasciarsi trovare impreparati da questi eventuali rincari.

Marco Troisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *