Francesco Palumbo
Elezioni, selfie scheda elettorale e voto di scambio: la responsabilità penale
5 Settembre 2020
No mask manifestazione
No Mask e negazionisti si radunano a Roma: ‘Siamo il focolaio della libertà, i criminali sono loro’, bruciata foto di Papa Francesco
5 Settembre 2020

Legionella in provincia di Varese, 16 casi e un morto a Busto Arsizio, Gallera: ‘Accertamenti in corso’

i sintomi della legionella

Cresce la preoccupazione a Busto Arsizio dopo i 16 casi di legionella accertati nelle ultime ore. Come riferito dalle autorità sanitaria il batterio killer ha già colpito in maniera letale provocando un decesso. Immediatamente sono scattati gli accertamenti del caso nel comune di 80 mila abitanti in provincia di Varese.

Allarme a Busto Arsizio per il batterio killer: disposto prelievo delle acque e il controllo impianti idrici

L’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera ha riferito che le autorità sanitarie si sono immediatamente attivate per realizzare i prelievi e la campionatura delle acque nelle abitazioni di residenza oltre che il controllo degli impianti idrici dell’acquedotto e delle torri di raffreddamento.

Legionella in provincia di Varese, Gallera: ‘In corso accertamenti igienici e sanitari’

Al momento non ci sono ancora elementi utili per determinare le cause dell’infenzione. “E’ stata eseguita una iperclorazione dell’acqua e sono in corso ulteriori accertamenti igienici e sanitari previsti dai protocolli di sicurezza” – ha assicurato Gallera in attesa di comprende se la legionella si sia sviluppata negli impianti pubblici o privati.

Già ad inizio agosto si erano diffuse voci su possibili infezioni provocate dal batterio killer che ha causato il decesso di un uomo di 78 anni. Pare che le verifiche in corso siano circoscritte ad un’area precisa di Busto Arsizio.

I sintomi della legionella

I sintomi della legionella, che ha un periodo di incubazione di 2-10 giorni, sono legati all’infezione generica dell’organismo che sviluppa quindi febbre, dolori muscolari, mal di testa, astenia ma sono anche legati all’apparato respiratorio con conseguentemente lo sviluppo di mal di gola, tosse e polmonite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *