magalli volpe
Giancarlo Magalli e Adriana Volpe, lo scontro finisce in tribunale
10 Maggio 2019
brigitte kallested
Contrae la rabbia e muore dopo aver salvato un cucciolo nelle Filippine: il dramma di Brigitte
10 Maggio 2019

Napoli: arrestati gli autori dell’agguato in Piazza Nazionale, la piccola Noemi sta meglio

noemi agguato

Due persone sono finite in manette per l’agguato verificatosi in Piazza Nazionale a Napoli venerdì 3 maggio nel quale è rimasta gravemente ferita la piccola Noemi. La misura cautelare è scattata per Armando Del Re e per il complice (il fratello Antonio che l’ha aiutato a nascondersi)  che l’ha aiutato a fuggire.  Nel mirino dei sicari c’era Salvatore Nurcaro che si trovò con la pistola puntata al viso mentre guardava il cellulare: l’uomo rimase ferito. In un primo momento si era pensato ad un agguato di camorra ma, dagli sviluppi dell’indagine, sembra che la vicenda sia legata ad una vendetta personale.

Nelle ultime ore, anche grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti in zona, era stato individuato il responsabile della sparatoria. Alle prime luci dell’alba è scattato il blitz a Nola con l’arresto del sicario e del suo complice.

In manette due persone, l’ipotesi della vendetta personale

Ulteriori particolari dell’operazione portata a termine dagli agenti della Polizia di Stato coordinate dalla Procura di Napoli saranno illustrati a breve nel corso di una conferenza stampa.  Nel corso della sparatoria uno dei colpi ha perforato il polmone destro della bambina di appena 4 anni che è tuttora ricoverata al policlinico Santobono di Napoli. Nelle ultime ore i medici hanno registrato lievi ma incoraggianti segnali di miglioramento per Noemi. La piccola resta sedata ma è stato ridotto l’apporto di ossigeno mediante ventilazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *