Sara Croce
Sara Croce, la bonas di Avanti un altro esce allo scoperto con il fidanzato calciatore: la foto del bacio
19 Luglio 2020
Bambino cade dal 5° piano in Cina, vicino riesce ad afferrarlo: il video
19 Luglio 2020

Modica, prostituta positiva al Covid, clienti allarmati per le… mogli: ‘Fatevi il tampone, anonimato garantito’

escort

Fatevi il tampone, non lo diciamo alle vostre mogli”. A Modica è scattato l’allarme dopo che è stata comunicata la positività al Covid 19 di una prostituta di nazionalità peruviana. La donna, ricoverata al reparto malattie infettive di Foligno, ha prestato i suoi servizi in un appartamento del comune siciliano (provincia di Ragusa) per 15 giorni prima di trasferirsi in Umbria.

Modica, prostituta peruviana positiva al coronavirus: l’appello del sindaco Ignazio Abate

Qui ha scoperto di aver contratto il coronavirus. Il sindaco di Modica, Ignazio Abate, ha subito attivato le procedure previste per ricostruire la rete di contatti della peruviana. Un compito tutt’altro che agevole visto che la peruviana lavorava come escort e c’è il forte timore che tanti residenti omettano di aver frequentato la sudamericana per le possibili ripercussioni familari.

Il timore che le mogli scoprano il tradimento a pagamento potrebbe preoccupare più del virus ed è per tale motivo che il primo cittadino di Modica ha assicurato l’anonimato. “Due o tre clienti al giorno per 10 giorni – spiega il sindaco Abate a Repubblica – sono 20-30 persone che possono aver contratto il virus e averne contagiate altre a casa o al bar” – ha riferito Abate.

Caccia ai contatti della lucciola peruviana: ‘Due o tre clienti al giorno pr 15 giorni’

Il proprietario dell’appartamento dove la peruviana si prostituiva ha dichiarato di non essere a conoscenza del tipo di attività che svolgeva la donna. In ogni caso il sindaco ha chiesto ai vigili di tenere d’occhio l’abitazione per cercare di intercettare altre escort che possano aver incrociato o frequentato la collega.

Le verifiche sull’utenza telefonica: ‘I clienti erano soprattutto extracomunitari’

Nel frattempo dalle verifiche effettuate dalla polizia umbra sull’utenza telefonica della sudamericana è emerso che offriva le sue prestazioni per poche decine di euro e che i suoi clienti fossero soprattutto extracomunitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *