Scambiati per ladri e uccisi ad Ercolano, 53enne accusato di duplice omicidio volontario: ‘È addolorato, chiede scusa’
30 Ottobre 2021
Halloween
Immagini Halloween divertenti, gif da condividere su WhatsApp
30 Ottobre 2021

Texas, 15enne chiede aiuto alla polizia: la scoperta choc dello sceriffo nella casa dell’orrore

Il caso di cronaca di cui stiamo per darvi conto dimostra come talvolta la realtà, nei suoi aspetti più crudi e terribili possa superare di gran lunga la fantasia.

I fatti sono accaduti nella contea di Harris, a Houston, in Texas al numero civico 3530 di Green Crest. Lo sceriffo ha raccontato ai media locali di non essersi mai imbattuto in una situazione del genere. Ma andiamo ricostruire quanto accaduto.

Il cadavere del fratellino di 8 anni era da tempo rinchiuso in una stanza dell’abitazione nella contea di Harris

Questa macabra vicenda prende le mosse dalla telefonata di un ragazzo all’ufficio dello sceriffo. Quel che dice fa tremare le vene e i polsi. Il 15enne viveva da tempo in casa col cadavere del fratellino di 8 anni che si trovava nella stanza a fianco alla sua. Per mesi ha accudito anche i fratelli più piccoli di 7 e 10 anni. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il piccolo sarebbe morto a seguito delle percosse del compagno della madre.

Ad essere tratti in arresto Gloria Y. Williams, di 35 anni, la madre dei ragazzi, insieme al compagno, Brian W. Coulter di 31 anni. La madre è stata arrestata perché pur non avendo partecipato non ha però fatto nulla perché l’omicidio non avvenisse. Dall’esame del medico legale è risultato che il piccolo è morto per le lesioni multiple prodotte da un corpo contundente, di cui la polizia è alla ricerca.

Stando a quanto si apprende, la coppia viveva in un appartamento poco distante da quello dei figli di cui non si prendevano cura, come risulta anche dal verbale di assenteismo notificato alla madre dalla scuola da cui risulta che tra il 2019 e il 2020 i figli l’abbiano frequentata pochissime volte.

L’allarme lanciato da 15enne, arrestati la madre e il compagno che avrebbe ucciso il piccolo con un corpo contundente

Il 15enne in questi mesi ha chiesto aiuto ai vicini che lo hanno sostentato dandogli da bere e da mangiare. Il vicinato racconta di aver notato delle stranezze nell’atteggiamento dei bambini: in particolare il fratello più grande potrebbe essere affetto da un disturbo paranoico che gli impediva di mangiare alcuni alimenti, ad esempio quelli cotti perché pensava che fossero avvelenati, i più piccoli invece sembravano soffrire di denutrimento.

La madre si difende: ‘Li controllavo ogni due settimane’

La coppia è stata arrestata, l’uomo dovrà rispondere di omicidio, la mamma dei ragazzi di lesioni, omissione di soccorso, manomissione delle prove e mancata vigilanza genitoriale sui figli. Questi ultimi invece sono stati trasferiti in ospedale per le cure del caso e verranno seguiti dai servizi sociali. “Li controllavo ogni due settimane” – ha raccontato la 35enne agli agenti dopo l’arresto. “Andavo a fargli visita regolarmente”.

Marco Trosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *