coronavirus elicotteri
Elicottero che disinfetta tutto: l’allerta WhatsApp è la nuova fake news sul coronavirus
10 Marzo 2020
valencia-ilicic atalanta
Atalanta, Ilicic firma il poker della storica qualificazione in Champions: tifosi e squadra fanno commuovere
10 Marzo 2020

Tocilizumab, terapia sperimentale per il Covid 19, Ascierto: ‘Recupero ossigenazione in 24 ore’

coronavirus

Il professor Paolo Antonio Ascierto in un’intervista rilasciata a Sky conferma che la terapia sperimentale avviata grazie alla collaborazione tra l’Istituto Nazionale Tumori IRCCS ‘Fondazione G. Pascale’ e il Cotugno di Napoli sta dando primi risultati incoraggianti.

Tocilizumab, il farmaco della speranza: la collaborazione con i medici cinesi

Nello specifico il direttore di oncologia e immunoterapia dell’Istituto Pascale ha confermato che c’è un farmaco, il Tocilizumab, che agisce sull’infiammazione che viene generata dalla polmonite interstiziale provocata dal coronavirus. “Questo farmaco è registrato per l’artrite reumatoide e viene utilizzato anche per il trattamento degli effetti collaterali dell’immunoterapia perché neutralizza l’interleuchina 6  che viene prodotta da un’infiammazione importante.

In Cina sperimentato su 21 pazienti: ‘Esiti molto interessanti’

Nel caso degli stress respiratori conseguenti alla polmonite da Covid 19 c’è questa elevata produzione di interleuchina 6. Da qui ci siamo confrontati con i nostri colleghi cinesi che ci hanno confermato di aver utilizzato il farmaco su 21 pazienti con risultati molto interessanti con recupero dell’ossigezione in 24 ore e da qui è iniziata questa sperimentazione”.

‘Ottimi risultati su un nostro paziente’

Il Tocilizumab è stato utilizzato tra venerdì e sabato su due pazienti con ottimi risultati. “Uno di loro potrebbe essere stubato nelle prossime ore. A breve verranno date anche delle indicazioni su come ottenerlo. L’entusiasmo che potrebbe nascere da degli effetti positivi è relativo al fatto che lo si può anticipare evitando che i pazienti andavano in rianimazione. Il farmaco non colpisce il virus ma la sua complicanza”.

In chiusura di intervista il professore Ascierto ha lanciato un appello invitando i cittadini a donare sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *