Ciofani Cremonese-Salernitana
Cremonese-Salernitana 1-0, pagelle e highlights: croce e delizia Micai, Gondo acerbo
10 Novembre 2019
magni viareggio
Gira film ‘casereccio’ a tinte rosse con Magni: impazza il toto nome a Viareggio
10 Novembre 2019

Cinque soldati italiani sono rimasti feriti dall‘esplosione di un dispositivo in Iraq.

La notizia è stata comunicata dal Ministero della Difesa che ha precisato che tre dei militari feriti erano in “gravi condizioni” a causa dell’esplosione di un rudimentale dispositivo nascosto sotto terra. L’episodio so è verificato questa mattina, domenica 10 novembre 2019. L’esplosione si è verificata a Kirkuk (Iraq) durante il transito di un team misto di forze speciali.

Attentato Iraq, amputata la gamba ad uno dei militari feriti

Le forze speciali italiane stavano svolgendo il “mentoring e l’addestramento” delle forze armate irachene coinvolte nella “lotta contro il gruppo dello Stato islamico”. I soldati feriti sono stati trasportati dagli elicotteri militari statunitensi in ospedale di Baghdad. Il comandante dell’Interforze, Nicola Lanza de Cristoforis, ha successivamente comunicato che ad uno dei soldati italiani coinvolti nell’attentato è stata amputata una gamba mentre un altro ha riportato gravi lesioni interne.  

Due dei feriti sono effettivi al nono reggimento d’assalto paracadutisti Col Moschin dell’Esercito e tre appartengono al Gruppo operativo incursori Comsubin della Marina militare. Problemi ad un piede per un altro militare italiano. La situazione è costantemente monitorata dal Ministro della Difesa, Lorenzo Guerino, informato dell’accaduto dal capo di Stato maggiore della difesa, Enzo Vecciarelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *