discoteca-Corinaldo2-640x361
Ancona, tragedia discoteca: fermato un sedicenne, avrebbe spruzzato lo spray al peperoncino
10 Dicembre 2018
un mondo di patty
Ex protagonista de Il mondo di Patty denuncia: ‘Violentata da Darthés nel 2009’
12 Dicembre 2018

Il Brescia gela la Salernitana e… Priscilla, lo show lo fa Donnarumma e Colantuono finisce sotto esame

alfredo donnarumma

Alla fine lo show l’ha fatto Alfredo Donnarumma. L’ex granata si è sfilato la casacca del Brescia per mostrare la maglietta celebrativa prepara per celebrare il gol numero 100 tra i professionisti. Alla fine ha bussato tre volte alla porta della Salernitana e si è preso la sua personale vendetta su una dirigenza che, spesso e volentieri, l’ha messo in discussione. Le rodinelle sbancano l’Arechi nel posticipo di serie B e volano al quarto posto. Lo streaptease i tifosi granata lo attendevano dalla star dell’eros Priscilla Salerno che aveva raggiunto la curva sud accompagnata dai supporter del club Colosseo Granata. Nonostante il freddo l’attrice era pronta a mostrare le sue grazie in caso di gol degli attaccanti granata ma la prodezza di Di Tacchio è arrivato quando la partita aveva ormai preso la direzione di Brescia. Agli ospiti è bastato un tempo per rompere il digiuno esterno e, nel contempo, arrecare il primo dispiacere casalingo alla formazione di Colantuono. Il tecnico si affida alla difesa a quattro, con Pucino in campo, e rispolvera Rosina titolare. Le scelte non gli danno ragione. Dopo 5′ la difesa granata si addormenta Torregrossa recupera un prezioso pallone e serve Donnarumma che non dà scampo a Micai. Il calciatore non esulta in segno di rispetto verso i suoi ex tifosi.  Quattro minuti dopo l’attaccante concede il bis con un preciso diagonale su servizio di Morosini. La Salernitana non c’è e il Brescia va più volte vicino al tris che alla fine trova grazie alla complicità di Micai e Akpa Akpro: il pallonetto dell’ex empolese è preciso ed all’Arechi è notte fonda. Nel finale Bisoli centra la traversa e i granata evitano una punizione ancora più severa. Nella ripresa Colantuono manda in campo Gigliotti e i due Anderson ma lascia in panchina gli attaccanti Djuric e Vuletich. Un chiaro segnale nei confronti della società. La traversa di Djavan Anderson è l’unico squillo dei padroni di casa. Il Brescia si divora il quattro a zero prima con Spalek e poi con il solito Donnarumma. Nel finale (al 90′) Di Tacchio trova il gol della bandiera con una bella conclusione dal limite dell’area che sorprende Alfonso. La Salernitana esce tra i fischi dei tifosi.

Salernitana-Brescia 1-3: Colantuono sotto esame fino alla fine del girone di andata, attaccanti bocciati

Colantuono non è in discussione ma Lotito ha intenzione di esaminare con grande attenzione il percorso dei granata dai qui alla fine del girone di andata. Il patron ritiene di aver consegnato al tecnico una rosa da play off nonostante l’ingaggio di un attaccante, Djuric, che ha mostrato poco confidenza con il gol. L’ex tecnico di Atalanta, Udinese e Bari è stato blindato dal club granata con un contratto che scade nel 2020. Di conseguenza la dirigenza, Fabiani in testa, si muoveranno soltanto in presenza di risultati catastrofici. Dall’altra parte i tifosi iniziano a mugugnare perché vorrebbe festeggiare il centenario quanto meno con la speranza di potersi giocare la serie A ai play off. Il timore di un nuovo campionato anonimo ha già fatto storcere il naso a qualcuno. Da queste parti qualcuno sogna ancora Delio Rossi ma il ‘profeta’ starebbe valutando le avance del Foggia (pronto ad esonerare Grassadonia) A gennaio, poi, sarà necessario rivedere il ‘parco’ attaccanti (disastroso fin qui con l’eccezione di Bocalon).

Salernitana-Brescia 1-3

Salernitana: Micai, Pucino (1’ st Gigliotti), Mantovani, Rosina (25’ st A. Anderson), Di Tacchio, Casasola (1’ st D. Anderson), Akpa Akpro, Schiavi, Castiglia, Bocalon, Jallow. All. Stefano Colantuono

Brescia: Alfonso, Sabelli, Mateju, Tonali, Gastaldello (7’ st Cistana), Ndoj (34’ st Martinelli), Spalek, Donnarumma (42’ st Cortesi), Romagnoli, Morosini, Bisoli. All. Eugenio Corini

Arbitro: Fabio Piscopo di Imperia

Reti: 5’, 9’, 32’ pt Donnarumma (B), 45’ st Di Tacchio (S).

Note: Assistenti: Michele Grossi (sez. Frosinone) – Filippo Bercigli (sez. Valdarno). IV Uomo: Francesco Fourneau (sez. Roma 1). Espulso il tecnico del Brescia Corini al 45′. Ammoniti: Micai, Mantovani (S). Angoli: 5 – 5. Recupero: 3’ pt, 3’ st. Spettatori: 8576

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *