inter-juventus dazn
Inter-Juventus, primo tempo ad intermittenza su Dazn: esplode la polemica su Twitter
27 Aprile 2019
san diego sinagoga
San Diego, sparatoria in sinagoga: uccisa una donna, il rabbino resta ferito ma non interrompe il sermone (VIDEO)
28 Aprile 2019

Ballando con le stelle, Todaro sta male ma viene penalizzato: insorge il web contro la Carlucci (VIDEO)

de girolamo todaro

Milly Carlucci e gli autori di Ballando con le stelle nella bufera per non aver accolto l’appello di Raimondo Todaro. Prima di scendere in ‘pista’ con la concorrente Nunzia De Girolamo, il ballerino ha chiesto se era possibile rinviare la performance in quanto non stava bene. Nello specifico l’ex protagonista di Tu si que vales si è presentato in trasmissione con la febbre alta ed un problema alla schiena che gli crea fastidi da almeno quindici giorni. Tra l’altro anche la De Girolamo non è al meglio della condizione. Todaro, visibilmente in difficoltà, ha chiesto la possibilità di esibirsi in una fase successiva del programma con la speranza di poter trovare le energie per ballare.

Raimondo Todaro con la febbre: malore in infermeria, il tweet di Nunzia De Girolamo

La Carlucci ha accettato la richiesta di Todaro ma ha precisato che avrebbe avuto una penalità. Subito dopo in infermeria ha avvertito un abbassamento di pressione con la conduttrice che ha chiesto un aggiornamento sulle condizioni di salute del ballerino. “Voglio rassicurare la famiglia di Raimondo, sta bene”. Subito dopo si è scatenata la polemica sul web con i fan del programma televisivo che hanno espresso il proprio disappunto per aver concesso a Suor Cristina, la settimana scorsa, di registrare la prova una settimana prima in quanto non poteva partecipare al programma. “E’ bianco in viso ed ha preso il cortisone e viene penalizzato mentre altri non si sono presentati nemmeno” – ha riferito un’utente su Twitter. Subito dopo Nunzia De Girolamo ha pubblicato un post su Twitter: “Chi l’avrebbe mai pensato che mi sarei dovuta prendere cura di Raimondo Todaro“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *