rottura vaccino
Rotture di Covid, Sarah racconta su Twitter: ‘Lasciata per una donna che si era vaccinata’
3 Febbraio 2021
Dayane Mello
GF Vip, gravissimo lutto per Dayane Mello: è morto il fratello
3 Febbraio 2021

Debora Cattoni, l’attrice diventata manager si racconta senza filtri: ‘Quel provino a casa e le avance esplicite hanno cambiato il mio percorso’

Debora Cattoni

“Sono stata delusa da un manager e noto regista e proprio giorni fa ne parlavo al telefono con un amico sempre del settore”. Debora Cattoni si racconta senza filtri e rivela che anche lei è stata oggetto di proposte imbarazzanti e di aver preferito la dignità e il rispetto per se stessa ad una scorciatoia che le permettesse di aspirare a notorietà e successo.

Debora Cattoni e il provino da incubo: ‘Mi diceva che ero una pietra da levigare’

“Questo regista reclutava attori ed attrici per un suo film che poi è diventato un cult arrivando a prendere una nomination agli oscar ad Hollywood. Doveva passare per Città di Castello per incontrarsi con un noto attore e mi fece il provino a casa mia pretendendo atti che che sensuali oserei definire sessuali” – racconta l’ex manager di Sara Tommasi.

“Dovevo rispettare il copione, una parte drammatica, una comica, una sensuale, e io per ciò mi sono preparata molto bene, credevo fortemente in tutto quello che facevo. Lui mi aveva illusa, disse che ero una pietra da levigare, mi avrebbe vista bene nel ruolo drammatico. Al mio rifiuto di toccare le sue parti intime (specifico che era nel copione ) poiché non mi trovavo su un set ma a casa mia mi sono giocata la possibilità e ho perso la parte nel film”.

‘Mi rifiutai e persi la parte nel film’

Debora si è trovata ad un bivio ma non si è fatta sopraffare dal desiderio delle luci della ribalta a tutti i costi. “Mi sono ribellata, mia nonna addirittura era sotto e noi eravamo sopra, ci chiamava per mangiare l’uva per essere cortese. La situazione era imbarazzante. In quel momento ho pensato a quando mi dicevano “o la dai e la dai bene a chi conta o non farai mai niente”. Io sono qui per dimostrare che non è così perché nel mio percorso tutto quello che ho fatto me lo sono sudato e l’ho fatto da sola senza passare da un letto ad un altro”.

Debora Cattoni influencer

Il nuovo percorso da manager: ‘Voglio aiutare il prossimo nel modo più onesto’

Una svolta che l’ha portata ad intrarprendere un’altra strada professionale. “Sono donna e manager oggi poiché ho questa vena di voler aiutare il prossimo nel modo più onesto, come ho fatto con una nota showgirl umbra che non voglio menzionare, e come sto facendo con i miei assistiti in particolar modo con il sensitivo Salvatore Giorgio e con la pittrice Fabiana Macaluso . Non chiedo cortesie sessuali per aiutarli, anzi cerco di collaborare con persone come me, la parola impossibile non è nel mio vocabolario”.

‘Portarvi a letto promettendo sogni è una vecchia storia che ogni tanto va ricordata’

Debora Cattoni poi lancia un messaggio a chi si vuole avvicinare al mondo del cinema, della tv e dello spettacolo. “Diffidate dai finti manager che cercano di portarvi a letto promettendovi sogni, è una storia vecchia, ma ogni tanto si deve ricordare. Circondatevi da persone serie, lontane da perverse intenzioni. Vorrei che ci fossero per questo più manager donne. Vorrei che i manager del ventunesimo secolo siano puliti almeno quanto lo sono io”.

Quel sogno realizzato di Salvatore Giorgio

La manager sogna ed ama realizzare i sogni altrui ed a tal riguardo ricorda il lavoro fatto con Salvatore Giorgio. “Costruito da zero poiché lui non era interessato ad andare in televisione, ma il suo sogno comunque era incontrare Barbara d’Urso. Essere manager non è un gioco ma un dono. Ognuno ha la sua missione”.

Poi lancia un appello alla conduttrice di Pomeriggio 5 e Live Non è la d’Urso. “Ringrazio Barbara d’Urso che vorrei tanto conoscere, lei è stata la prima donna che ha aperto le porte al mio assistito, e vorrei poter raccontare la mia storia.

L’appello a Barbara d’Urso

Il suo programma è il più seguito, potrei lanciare solo un buon messaggio insieme alla sua professionalità a tanti telespettatori da casa che includono gran parte dei giovani oggi. Mi auguro anche di vederla a condurre Sanremo così come le è stato predetto perché se lo merita”.

Salvatore Giorgio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *