Egy Cutolo
Egy Cutolo, il coraggio della stilista fuori dagli schemi: ‘La mia Accademia di Formazione Moda e Design per dare una speranza ai ragazzi del sud’
14 Gennaio 2021
Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi, Zangrillo dispone il ricovero a Monaco per un problema cardiaco aritmologico
14 Gennaio 2021

Adriano Urso, muore a 41 anni il pianista diventato rider per l’emergenza Covid: stroncato da un infarto durante una consegna

Adriano Urso pianista

La crisi ha messo in ginocchio i lavoratori dello spettacolo ed aveva costretto Adriano Urso a mettere da parte la sua attività da pianista jazz ed a lavorare come rider per poter guadagnare il necessario per tirare avanti. Lo aveva fatto con dignità e sacrificio fin quando domenica scorsa, 10 gennaio, un infarto l’ha stroncato in via Madrid, nella zona di Roma 70, mentre stava effettuando una consegna.

Adriano Urso era rimasto senza lavoro con l’esplosione della pandemia da Covid 19

Sono oltre 80.000 i morti certificati in Italia dal tragico bollettino che quotidianamente ci aggiorna su contagi e decessi provocati dal Covid 19 ma sono molte di più le vittime del subdolo virus e di una pandemia che sta destabilizzando il mondo da un anno. Quelli che pur non avendo contratto il coronavirus si ritrovano a lottare con difficoltà economiche per un lavoro perso e sono costretti a fare i salti per portare un tozzo di pane a casa.

Il pianista jazz aveva conquistato la ribalta dei club romani e nazionali

Adriano Urso era un apprezzato pianista jazz. Il suo talento e la sua arte l’avevano portato alla ribalta nei club romani e nazionali fino a salire su palchi importanti. Esibizioni che gli permettevano di sostentarsi senza particolari affanni. Poi il ciclone Covid 19 l’aveva costretto a rivedere tutti i suoi progetti. Locali chiusi, serate rinviate e sempre meno soldi in tasca. Il quarantunenne non si era perso d’animo ed aveva trovato lavoro come rider.

Le consegne con la sua auto d’epoca fino al dramma di domenica 10 gennaio

Con la sua auto d’epoca aveva iniziato ad effettuare le consegne fino all’imprevisto di domenica. La vettura, una Fiat 750 special, va in panne in via Madrid, a Roma, ma c’era il lavoro da portare a termine ed il pianista ha iniziato a spingerla nella speranza che ripartisse. In suo soccorso sono arrivati due passanti ma lo sforzo è risultato fatale. Adriano Urso ha avvertito un malore, si è accasciato al suo ed è morto tra le braccia di chi lo stava aiutando.

L’auto va in panne durante una consegna, il 41enne la spinge per farla ripartire ed accusa il malore fatale

Sul posto il personale del 118, che non ha potuto far altro che accertare il decesso, e gli agenti del commissariato di polizia Tor Carbone per i rilevi del caso. Il medico legale ha poi accertato che la morte è stata provocata da un infarto. Artista celebre nel mondo dei jazz club romani e nazionali, Adriano Urso era fratello di Emanuele, The King of Swing, con il quale aveva condiviso il palco jazz nel corso dei decenni. 

Per decenni ha condiviso il palco jazz con il fratello, Emanuele ‘The King of Swing’

Hai lasciato un vuoto incredibile ed incolmabile nella mia vita, ancora non posso credere che il mondo sia così ingiusto, addio fratello mio” – il commovente ricordo del congiunto. Una vita dedicata alla musica con tanti progetti che resteranno per sempre chiusi nel cassetto. Arrangiatore e pianista, il Cotton Club ed il Village Celimontana sono stati la sua “casa” negli ultimi anni.

Adriano Urso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *