Tobbin sospeso
Stati Uniti, il giornalista Jeffrey Tobin non spegne la videocamera durante la diretta Zoom e si mostra in atti intimi: sospeso
20 Ottobre 2020
Djuric rigore Vicenza
Vicenza-Salernitana 1-1, pagelle e highlights: Belec decisivo, Tutino si prende una pausa
20 Ottobre 2020

Autocertificazione in Campania per gli spostamenti interprovinciali: De Luca anticipa il provvedimento, scatta la polemica sul web

autocertificazione

Prove tecniche di lockdown più che di coprifuoco in Campania. Vincenzo De Luca rispolvera l’autocertificazione e scatena le polemiche dei residenti. Sulle pagine social il Governatore della Campania ha anticipato le nuove misure che saranno adottate per fronteggiare l’emergenza Covid 19.

De Luca rispolvera l’autocertificazione per gli spostamenti interprovinciali

Per contrastare assembramenti e ridurre comunque la mobilità, l’Ordinanza prevederà la limitazione degli spostamenti interprovinciali, se non giustificati – previa autocertificazione – da motivi di lavoro, sanitari, scolastici, socio-assistenziali, approvvigionamento di beni essenziali”.

Un passaggio che ha provocato accese polemiche sul web con gli utenti che hanno fatto notare l’incongruenza del provvedimento visto che sono consentiti gli spostamenti tra regioni.

Spostamenti solo in caso di necessità e lavoro, monta la polemica sul web: ‘E i congiunti?’

In molti hanno invitato ad inserire nel provvedimento la possibilità di visitare i congiunti. Nelle prossime ore sarà fatta chiarezza sia sulle nuove disposizione e sui motivi per i quali sarà necessario compilare autocertificazione per gli spostamenti interprovinciali.

Nella serata di martedì 20 ottobre pubblicata l’ordinanza numero 82

In serata è stato pubblicata l’ordinanza numero 82 (link in basso) che conferma la necessità dell’autocertificazione per gli spostamenti da una provincia all’altra della Campania (ma non per gli spostamenti extraregionali). In relazione alla questione dei congiunti nell’ordinanza si fa riferimento a “comprovati motivi di natura familiari“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *