Milan-Torino 5-4 Coppa Italia video Crudeli
Tiziano Crudeli incontenibile con Vittoria Castagnotto a Diretta Stadio: ‘A me piace il tuo fondo’, e dopo il rigore di Calhanoglu… (VIDEO)
13 Gennaio 2021
cancro rapporto
Sessualità e salute, rischio cancro alla gola più alto per chi in giovane età ha praticato con frequenza un determinato rapporto
13 Gennaio 2021

Como, il dramma della bimba di 2 anni morta a Cabiate: Sharon si sarebbe rimessa a giocare dopo essere stata colpita dalla stufa

morte bimba stufa Como

Tragedia a Cabiate, in provincia di Como, dove una bambina di due anni è morta dopo essere stata colpita in testa da una stufetta. L’episodio si è verificato ieri, 12 gennaio, in via Dante Alighieri intorno alle 15:00 con la piccola Sharon che, stando a quanto dichiarato dal compagno della madre, si è rimessa quasi subito a giocare dopo aver pianto per il colpo ricevuto.

Il compagno della madre avrebbe riferito che la piccola si era subito ripresa dopo l’incidente delle 15

In quel momento ad occuparsi della bimba di 18 mesi c’era il venticinquenne che, dopo l’accaduto, ha riferito ai carabinieri che si era tranquillizzata e che nulla lasciava presagire la tragedia. La ragazzina aveva anche parlato con la madre prima di addormentarsi sul divano. L’allarme è scattato quando l’uomo si è avvicinato per risvegliarla e si è reso conto che aveva un respiro pesante. Nel giro di pochi istanti la situazione è peggiorata con la piccola che ha iniziato a vomitare.

Alle 18:00 l’allarme: la piccola vomita e respira male, la morte dopo il trasporto in eliambulanza

A questo punto, intorno alle 18:00, sono stati allertati i soccorsi con la bambina che è stata trasportata in eliambulanza all’ospedale di Bergamo dove è stato accertato il trauma cranico che si è rivelato fatale alla bimba di due anni. Choc, costernazione ed incredulità a Cabiate, nel comasco, dove l’intera comunità si è stretta intorno alla giovane mamma, Silvia Barni, per la scomparsa della sua adorata Sharon per la quale è stata disposta l’autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *