Nilufar
Uomini e Donne, Nilufar: ‘Ho il Covid 19’, l’annuncio dopo i rumors sul flirt con il calciatore positivo al virus
24 Agosto 2020
buon onomastico Patrizia
Buon onomastico Patrizia oggi 25 agosto: immagini di auguri da condividere sui social
25 Agosto 2020

Bergamo Sex, il patron del Bolgia replica a Nuzzi: ‘Accostamento di pessimo gusto, saremmo folli a non rispettare le misure anti Covid’

Bergamo Sex polemica

Il Covid 19 sembrava poter mettere a rischio l’edizione 2020 del Bergamo Sex. L’evento andrà regolarmente in scena dal 28 al 30 agosto e segnerà la riapertura della discoteca Bolgia, nel rispetto delle ordinanze della Regione Lombardia e del Governo, dopo 6 mesi di stop.

Nuzzi: ‘L’evento nella città investita dal Covid, come si potranno evitare assembramenti?’

Nonostante ciò l’evento all’insegna della trasgressione ha scatenato una ridda di polemiche con il giornalista Gianluigi Nuzzi che ha manifestato le proprie perplessità sul profilo Instagram.

“Bergamo, investita nella sua provincia dal Covid, migliaia e migliaia di morti, celebra settimana prossima il Bergamo sex con 50 tra soubrette ed esibizioni varie attrae migliaia di persone, come si potranno evitare assembramenti?” – ha scritto il conduttore di Quarto Grado. Una presa di posizione che ha sorpreso Tonino Vecchi, patron del Bolgia.

Vecchi: ‘Nuzzi è partito da un presupposto sbagliato, è il ballo ad essere vietato’

Credo che Nuzzi abbia fatto un accostamento di pessimo gusto partendo da un presupposto sbagliato. Il Dpcm del 16 agosto vieta il ballo in discoteca ma non la possibilità di fare attività di spettacolo in ossequio all’ordinanza della regione Lombardia. Dispiace perché ho anche provato a contattarlo con un messaggio su WhatsApp ma non ho ricevuto risposta”.

‘Saremmo dei folli ad organizzare un evento senza tenere presente l’attuale situazione’

In sintesi si può fare musica dal vivo, esibirsi in uno streap tease o in uno show erotico in quanto si tratta di performance che non mettono a rischio il distanziamento sociale e le misure predisposte per il contenimeto della pandemia da Covid 19. “Saremmo dei folli ad organizzare un evento senza tenere presente l’attuale situazione. Trovo quasi pretestuosa la presa di posizione del giornalista che, probabilmente, non conosce la materia. Anzi, sono convinto che si fosse trattato di un evento diverso dal festival dell’hard non staremmo qui a parlare”.

Previsti posti a sedere con bollini colorati: ‘Bisognerà indossare le mascherine, chi non rispetta le regole va fuori’

Vecchi entra nel dettaglio. “Innanzitutto si paga un biglietto a differenza di molti eventi in cui vedo assembramenti e caos. Ci saranno posti a sedere con i bollini colorati e saranno presenti gli stewart per far rispettare le regole. Bisognerà indossare la mascherina nonostante l’evento si svolga in gran parte all’esterno del locale.

Ci sono dei percorsi da seguire e vi dirò di più abbiamo deciso di dimezzare la capienza rispetto a quella omologata rispetto alle ordinanze per il Covid 19”. La struttura, in condizioni di normalità, può ospitare fino a 5500 persone.

‘La capienza sarà inferiore anche a quella omologata per le misure anti Covid 19’

“Per via dell’emergenza sanitaria è stata ridotta a 3400 persone ma abbiamo deciso di ridurla ulteriormente a 1700 unità su un’area di 5000 metri quadri. Ci teniamo alla salute degli artisti, dei dipendenti e di chi viene ad assistere allo spettacolo”. Il patron del Bolgia si chiede come mai le stesse preoccupazioni non siano state espresse per alcune feste di partito e per la riapertura del Luna Park di Bergamo dal 28 agosto.

‘Non comprendo perché le stesse considerazioni non sono state fatte per la riapertura del Luna Park di Bergamo’

“Alla fine si cerca sempre di demonizzare l’hard. Penso che il tempo dalla santa inquisizione sia finito”. Tonino Vecchi non ha gradito neanche il passaggio sui morti di Bergamo. “Non possiamo restare rinchiusi per sempre. Bisogna ripartire ed imparare a convivere con il virus. Ripeto secondo me è stato un accostamento di pessimo gusto”.

La rabbia di Vecchi: ‘Ho 54 dipendenti e siamo chiusi dal 22 febbraio’

Il discorso scivola inevitabilmente sulla crisi del mondo della notte provocata dalla pandemia. “Noi siamo chiusi dal 22 febbraio. Sono trascorsi sei mesi ed in queste condizioni un’azienda non va lontano. Ho 54 dipendenti e non abbiamo alcun sussidio.

Vorrei che ci si preocupasse anche di questo” – ha chiosato il patron del Bolgia che il 28 agosto riaprirà i battenti per l’atteso appuntamento con il Bergamo Sex (dalle ore 15:30 alle 3:00 con ingresso riservato ai maggiorenni). L’evento sarà presentato da Malena la pugliese con oltre 50 star del piacere ad alternarsi sul palco e nelle varie aree predisposte dal locale bergamasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *