Covid 26 luglio, l’Italia torna a febbraio: 253 morti in piena estate
26 Luglio 2022
Buon onomastico Liliana oggi 27 luglio: immagini di auguri da inviare via social
27 Luglio 2022

Chiara Gualzetti, il papà piange sulle spalle della guardia giurata dopo la sentenza: ‘Proseguiremo la battaglia’

“Possiamo dire che è stata fatta giustizia anche se avremmo voluto di più, ma l’ordinamento è questo”. Condannato dal Tribunale dei minori di Bologna a 16 anni e 4 mesi il coetaneo che il 27 giugno 2021 ha ucciso Chiara Gualzetti in un bosco vicino all‘Abbazia di Monteveglio.

Chiara Gualzetti

Omicidio Chiara Gualzetti, il coetaneo condannato a 16 anni e 4 mesi

Il pubblico ministero aveva chiesto due mesi in più. La quindicenne si era invaghita di quel ragazzo e quella mattina era felice di poter passeggiare con lui non sapendo che le aveva teso una trappola mortale. Vincenzo Gualzetti, il papà di Chiara, non ha trattenuto le lacrime dopo che il giudice ha pronunciato la sentenza. Si è lasciato andare pensando alla figlia che non c’è più ed ha poggiato il capo sulla spalla della guardia giurata.

Con l’associazione proseguiremo la battaglia per cambiare la legge. A noi non servirà più ma magari servirà a chi si ritroverà a vivere una situazione simile” – ha aggiunto l’uomo che al Corriere di Bologna ha spiegato che da un po’ di tempo non va a trovare la figlia al cimitero. “Sono entrato nell’ottica che lì c’è solo il suo corpo, voglio ritrovarla nel cuore e non sottoterra. Cerco di viverla più nel presente”.

‘Avremmo voluto di più, con l’associazione proseguiremo la battaglia per cambiare la legge’

“La pena è in linea con il nostro ordinamento e con quello che si aspettava il signor Gualzetti che ben conosce come funziona l’ordinamento minorile” – ha aggiunto l’avvocato Giovanni Annunziata.  “É chiaro che l’imputato ha 16 anni, quindi è tutto fortemente condizionato dal processo minorile, però 16 anni e 4 mesi è in linea con le richieste del pm”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.