omicidio Brisbane
Maddilyn immersa nell’acqua bollente e uccisa a 2 anni: ‘Aveva sporcato il pannolino’, condannata coppia australiana
23 Febbraio 2021
Rossella Placati
Omicidio Rossella Placati, fermato il compagno della 51enne di Bondeno: si sarebbe contraddetto durante l’interrogatorio
23 Febbraio 2021

L’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci uccisi in Congo: i ribelli hutu smentiscono le autorità locali

Attanasio

L’ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, un ufficiale di polizia dei carabineri e il loro autista congolese sono rimasti uccisi in una sparatoria lunedì mentre viaggiavano nella RDC in un convoglio delle Nazioni Unite, ha detto il ministero degli Esteri italiano. Luca Attanasio e l’ufficiale Vittorio Iacovacci, sono stati colpiti a morte a Goma.

L’agguato a Goma, il giovane ambasciatore viaggiava senza scorta

L’imboscata è avvenuta mentre il convoglio viaggiava da Goma, la capitale regionale orientale del Congo, per visitare un progetto scolastico del Programma alimentare mondiale (WFP) a Rutshuru, ha detto l’agenzia delle Nazioni Unite. Erano stati autorizzati a viaggiare senza scorta, particolare che è oggetto di approfondimento da parte delle autorità italiane.

Il ministero degli interni della Repubblica del Congo ha accusato il gruppo ribelle hutu ruandese FDLR di essere dietro l’attacco. Quest’ultimi hanno rispedito al mittente le accuse al mittente

Scambio di accuse tra il ministero degli interni del Repubblica del Congo e il gruppo ribelle hutu

In una dichiarazione si aggiungeva che erano state rapite quattro persone, di cui una è stata poi ritrovata. Secondo un comunicato della presidenza congolese sono stati i rapitori a uccidere l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, sparando loro a bruciapelo.  I rapitori hanno tirato da distanza ravvicinata sulla guardia del corpo, deceduta sul posto, e sull’ambasciatore, ferendolo all’addome”, si afferma nel comunicato riportato dal sito Cas-Info.

Attanasio: il giovane ambasciatore in jeans, Iacovacci doveva sposarsi a giugno

Attanasio era nato a Saronno, in provincia di Varese, aveva 43 anni ed era un diplomatico di carriera dopo la laurea con il massimo dei voti e la lode alla Bocconi. Era uno dei più giovani ambasciatori italiani nel mondo. Aveva ricevuto il Premio Internazionale Nassiriya per la Pace a Camerota. “Amava girare in jeans, amava la semplicità e quasi mai si presentava come ambasciatore” – ha raccontato un amico.

Il carabiniere Vittorio Iacovacci era originario di Sonnino, in provincia di Latina. Si sarebbe dovuto sposare a giugno. Bandiere a mezza asta e cordoglio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il tragico agguato di Goma. Il ministro degli esteri Luigi Di Maio riferirà alle Camere prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *