Tomba profanata Alfredino Rampi, la madre: ‘Ferita riaperta, possibile collegamento col murales’
31 Maggio 2022
Risparmiare gas anche d’estate: l’importanza di una maggiore efficienza energetica casalinga
31 Maggio 2022

Vaiolo delle scimmie, Bassetti: ‘Isolamento e vaccini’, gli haters lo attaccano e lui replica (VIDEO)

L’infettivologo Matteo Bassetti consiglia di seguire la linea tracciata dalle autorità sanitarie inglesi nel fronteggiare il vaiolo delle scimmie. “Si rischia di passare da un fase endemica ad una fase epidemica” – ha riferito il il direttore del reparto Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova sottolineando che trova intelligenti le misure adottate nel Regno Unito per contrastare il contagio.

Vaiolo delle scimmie, Matteo Bassetti promuove le misure adottate dalle autorità inglesi

Ai malati è stato consigliato di auto isolarsi per 21 giorni e messo a disposizione un vaccino sicuro contro il vaiolo. “Gli inglesi hanno dimostrato di essere un passo avanti anche in quest’occasione. I casi certi di vaiolo delle scimmie vanno isolati a casa o in strutture adeguate se ci sono problemi” – ha aggiunto Bassetti che ha evidenziato che i casi nel mondo probabilmente sono molti di più di quelli diagnosticati e che è importante che vengano limitate le esposizioni con altre persone, soprattutto bambini, donne in gravidanza e immunodepressi. 

L’infettivologo replica ai detrattori: ‘Preoccuparsi di limitare la diffusione epidemica non significa allarmare’

Le considerazioni di Matteo Bassetti hanno acceso nuove roventi polemiche sul web con l’infettivologo che è finito nuovamente nel mirino degli haters che l’hanno accusato di alimentare allarmismo con le sue esternazioni.

“Preoccuparsi di provare a contenere e a limitare la diffusione epidemica del vaiolo delle scimmie, non vuol dire fare allarmismo o generare terrore. Se qualcuno vuol sentirsi dire che tutto va bene e che le infezioni non sono e non saranno un problema per il mondo, può e deve stare lontano dai miei spazi e seguire e leggere persone 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.