Gene Gnocchi Lotito
Salernitana, Lotito e Sarri: il tweet ironico di Gene Gnocchi
10 Giugno 2021
Di Benedetto
Paola Di Benedetto e Federico Rossi annunciano la fine della love story, il cantante fa una promessa all’ex gieffina (FOTO)
10 Giugno 2021

Matteo Cecconi si sarebbe tolto la vita a 18 anni dopo essere stato incitato a suicidarsi sulla community della morte

Matteo Cecconi

Ha ingoiato del veleno per porre fine alla propria vita mentre chattava su Sanctioned Suicide con utenti (oltre 17mila iscritti) che l’avrebbero esortato a compiere il tragico gesto. Matteo Cecconi, 18 anni, aveva parlato di suicidio secondo la sua famiglia , ma suo padre, Alessandro è convinto che il figlio abbia ricevuto la “spinta finale” dalle persone con le quali si stava relaziondo sul web.

Il 18enne di Bassano del Grappa era iscritto a un portale in cui si parlava di suicidio

L’adolescente, originario di Bassano del Grappa, Veneto è morto il 26 aprile dopo aver preso un intruglio di sostanze chimiche (nitrito di sodio) durante una pausa in dad. Il corpo, privo di vita, è stato scoperto nella sua camera da letto. Secondo papà Alessandro, che ha letto lo scambio di messaggi di suo figlio, Matteo aveva trascorso del tempo sul discusso sito durante le due settimane che hanno preceduto la sua morte e la mattina in cui ha deciso di ingerire il veleno stava chiacchierando con una dozzina di altri ragazzi che avrebbero sostenuto la sua scelta.

Il tragico gesto durante una pausa in dad: Matteo ha ingerito nitrito di sodio

“Esaminando il computer di Matteo, abbiamo visto che la mattina del 26 aprile si era connesso al sito oggi oggetto di indagine. C’erano altri dieci utenti collegati. Non posso dire con certezza che lo abbiano spinto a compiere quel gesto estremo, ma sicuramente hanno appoggiato e approvato la scelta“. La Procura di Roma ha provveduto ad oscurare il sito per istigazione al suicidio.

Il padre: ‘Hanno appoggiato la sua scelta’, oscurato il sito

Da rilevare che al vaglio degli inquirenti ci sono anche altri due morti legate alla community dopo la denunucia dei familiari. Si tratta di Fabio e Paolo, due studenti 19enne originari di Roma che hanno si sono tolti la vita nelle stesse modalità di Matteo Cecconi.

Matteo Cecconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *