Chi è la scelta di Luca Salatino a Uomini e Donne: petali rossi per Soraia, lacrime per Lilli
18 Maggio 2022
Dimentica il nipote per giocare al casinò: cosa ci insegna una tragedia del genere?
19 Maggio 2022

Morto Riccardo Passarotto, schianto in moto per il 25enne ex campione di pattinaggio a Rovigo

Sui pattini era imprendibile ed il suo talento lo avevano portato sul tetto del mondo. L’irresistibile corsa di Riccardo Passarotto si è improvvisamente arrestata sull’asfalto mentre tornava nella sua abitazione di Buso, in provincia di Rovigo. Il 25enne ha perso il controllo della moto, una Ducati acquistata da poco, e si è schiantato contro una centralina della luce in via Nievo intorno alle 21:30 di mercoledì 18 maggio.

Riccardo Passarotto taglia il traguardo vittorioso in maglia azzurra

L’incidente mortale mentre rientrava nella sua abitazione di Buso: l’impatto ha provocato un black out

Per l’ex pattinatore, campione del mondo nei 100 metri nel 2015, non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono giunti immediatamente gli operatori del soccorso del 118 che l’hanno intubato e trasportato in ospedale in fin di vita. Il giovane è spirato poco dopo il ricovero in rianimazione. L’impatto è stato talmente violento che ha provocato un black out in zona con il personale dell’Enel costretto ad intervenire per ripristinare l’erogazione dell’energia elettrica.

Riccardo Passarotto aveva lasciato il pattinaggio dopo aver fatto incetta di titoli fin da ragazzino con la maglia dello Skating Club Rovigo. Dalle vittorie ai campionati italiani ai trionfi europei e mondiali a livello giovanile fino al capolavoro in Taiwan quando aveva conquistato il titolo iridato dei 100 metri. Ricky ha concluso la sua carriera nella Pattinatori Spinea e nel Settempeda di San Severino Marche vincendo ad Asiago l’ultimo campionato italiano.

Riccardo Passarotto

Dal titolo mondiale a Taiwan nel pattinaggio alla nuova carriera da bodybuilder

Chiusa la sua esperienza nel pattinaggio agonistico, il 25enne si era dedicato, con risultati lusinghieri, al body building e lavorava come preparatore atletico alla palestra First Fit di Rovigo. Viveva con la sua fidanzata, Giulia, a Buso, una frazione del capoluogo di provincia veneto.

“Ieri notte un terribile incidente stradale ci ha portato via un nostro ex atleta che ha fatto della passione il filo conduttore di tutta la sua vita, per il pattinaggio prima e per il body building poi” -ha scritto la Fisr (Federazione italiana sport rotellistici) sulla pagina Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.