i sintomi della legionella
Legionella in provincia di Varese, 16 casi e un morto a Busto Arsizio, Gallera: ‘Accertamenti in corso’
5 Settembre 2020
Mick Schumacher
Mick Schumacher trionfa a Monza 14 anni dopo il padre: ‘Goditi ogni secondo’
5 Settembre 2020

No Mask e negazionisti si radunano a Roma: ‘Siamo il focolaio della libertà, i criminali sono loro’, bruciata foto di Papa Francesco

No mask manifestazione

Nel giorno in cui risale bruscamente il numero delle vittime di Covid 19 – 16 morti (1695 nuovi casi)– si sono ritrovati in Piazza Bocca della Verità a Roma i negazionisti e No mask italiani. Al raduno di oggi, sabato 5 settembre, ha preso parte anche l’ex esponente del Movimento 5 Stelle Sara Cunial.

Alla manifestazione di Piazza Bocca della Verità presente anche Sara Cunial

Gridano libertà e puntano l’indice contro le istituzioni e la sanità per non aver saputo curare le persone. “Avete utilizzato la strategia del terrore rinchiudendoli in casa”. Nel mirino finisce anche Papa Francesco con un manifestante che brucia la sua foto e subito dopo anche quella di Beppe Grillo. In pochissimi indossavano le mascherine e rispettavano il distanziamento sociale. Alcuni gruppi – vedi No vax e Gilet arancioni – per un popolo eterogeneo di persone che contestano apertamente per le scelte del Governo e non solo.

Nel mirino dei No mask anche Papa Francesco e Beppe Grillo

“Sapete come rispondo a chi mi chiama negazionista? Tu sei un criminale perché appoggi leggi criminale” – ha riferito un ex agente di polizia in pensione che ha fondato il gruppo Salviamo i bambini da questa dittatura sanitaria. Nel mirino il leader del Pd Nicola Zingaretti che nelle scorse ore aveva invitato i negazionisti a fermarsi (“La manifestazione è un errore”).

‘Noi negazionisti? Loro criminali’

“Ho deciso di denunciare Zingaretti alla Digos dopo lo scivolone che ha fatto. Italiani che state a casa, aprite gli occhi che vi stanno mangiando i maccheroni. La loro intenzione è sfasciare la famiglia. E i docenti? Quando tolgono la testa dalla sabbia. Qui ci stanno soltanto mettendo contro. Noi stimiamo le forze dell’ordine e facciamo un applauso per quello che fanno”. Poi è partito il grido: “Giù le mani dai bambini”.

Contestato Zingaretti

Presente anche la rappresentante del Popolo delle Mamme. Sul palco si sono susseguiti gli interventi si sono susseguiti gli “Il 5 settembre sta seguendo la scia di Berlino, anche lì erano pochi e poi sono diventati migliaia. Quest’oggi dicevano che sarebbero stati in Piazza negazionisti e fascisti ma vedo in piazza solo il popolo” – ha aggiunto uno degli attivisti. “Oggi non siamo qui perché abbiamo scoperto novità sul Covid 19.

‘Stiamo seguendo la scia di Berlino’

Non siamo solo per parlare del fatto che ci hanno rinchiuso in casa ma siamo qui per abbattere ogni forma divisione perché loro ci vogliono stupidi ma ci avranno sempre più coraggiosi. Questa Piazza sarà il primo focolaio della libertà e non quello che ci vogliono propinare le tv di regime”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *