Isola dei Famosi, I Cugini di Campagna rischiano la squalifica lampo: Silvano Michetti nel mirino (VIDEO)
5 Aprile 2022
GF Vip, gravissimo lutto per Patrick Ray Pugliese: ‘Scoprirai quanto ti ho voluto bene’
5 Aprile 2022

Uccide il marito e nasconde il corpo per 13 giorni: arrestata 48enne palermitana residente a Chalfont

Non aveva notizie del padre da settimane e le quotidiane conversazioni WhatsApp si erano fermate senza spiegazioni. Philip Gallina ha contattato la compagna di lunga data del padre, Anna Maria Tolomello, 48enne di Carini (Palermo) residente a Chalfont, in Pennsylvania (Usa), che gli ha riferito che Giovanni Gallina, 65 anni di origini palermitane, “era via” senza dare ulteriori spiegazioni. Il 29 marzo è scattato l’allarme con la denuncia di scomparsa alla polizia.

La 48enne Anna Maria Tolomello ha ucciso Giovanni Gallina, gestivano una pizzeria in Pennsylvania

Pochi giorni dopo la terribile scoperta: l‘italiano era stato ucciso dalla partner con un colpo di pistola alla testa. Secondo quanto riferito dalla polizia americana la donna, dopo aver commesso il delitto, ha nascosto il cadavere in casa per 13 giorni. Quando la polizia ha ritrovato il corpo del 65enne Anna Maria Tolomello si è difesa affermando di aver sparato per legittima difesa in quanto avrebbe tentato di strangolarla.

Tolomello e Gallina, a Chalfont, gestivano il locale “Pina’s Pizzeria“. I dipendenti del locale hanno detto agli investigatori che non vedevano il proprietario “da un po'” e, come il figlio del 65enne, non avevano ricevuto alcuna spiegazione sulla sua scomparsa.

‘L’ho fatto per legittima difesa, voleva strangolarmi’

Secondo gli investigatori di Hilltown Township la 48enne aveva assunto un operaio (pagato 350 dollari) per scavare una fossa nel suo vialetto dove avrebbe seppellito Giovanni Gallina nel tentativo di occultare il corpo per poi depistare le indagini. La donna ha utilizzato l’incenso per evitare che l’odore del cadavere in decomposizione potesse insospettire qualcuno. Gli investigatori hanno trovato il corpo di Gallina nella camera da letto principale, coperto di lenzuola e un telo. L’intervento degli agenti dopo la denuncia del figlio avrebbe impedito di completare il suo disegno criminale.

Da sinistra Giovanni Gallina e Anna Maria Tolomello

La donna aveva assunto un operaio per scavare una fossa dove avrebbe seppellito il cadavere del partner

Anna Maria Tolomello è accusata di omicidio criminale, abuso di cadavere, manomissione di prove e reati correlati. Anja Castrejon, un’ex dipendente della pizzeria che ha avviato una campagna GoFundMe per coprire le spese funebri di Giovanni Gallina, lo ha descritto come un uomo divertente e di buon cuore, sempre pronto ad aiutare le persone bisognose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.