Segregata in casa e legata: madre arrestata, 20enne salvata dalla sorella a Aiello del Sabato
26 Aprile 2022
Isola dei Famosi, Marialaura De Vitis in Honduras: l’annuncio nella finale de La pupa e il secchione?
26 Aprile 2022

Pamela Andress, donna in lacrime a Pomeriggio 5: ‘Mi ha sfigurato, non riesco più a sorridere’

“Solo che sento la voce tremo perché mi ha fatto tanto male”. Non solo Samantha Migliore si sarebbe affidata ai ‘ritocchi estetici’ di Pamela Andress, la stilista e organizzatrice di eventi che utilizzava il silicone liquido, vietato in Italia. Nel corso della puntata del 26 aprile di Pomeriggio 5 Claudia, nome di fantasia come precisato da Barbara d’Urso, ha raccontato di aver subito gravi danni dopo un trattamento della trans brasiliana.

Claudia mostra una provetta con il silicone estratto: ‘Ho speso 10mila euro dopo il suo intervento’

La donna ha mostrato una provetta prima raccontare la sua storia. “Dentro questa provetta c’è il silicone che un dottore è riuscito a togliermi ma è solo poco perché il liquido è andato dentro i tessuti ma nonostante abbia pagato 6 dottori e speso oltre 10mila euro e dato 500 euro a lei non sono più riuscita a ottenere risultati”. Claudia ha spiegato che era una ragazzina quando ha conosciuto Pamela Andress su indicazione di alcune amiche che le avevano suggerito di affidarsi a lei per ritocchi estetici.

“Purtroppo ho scoperto molto tempo dopo che non era né un medico né un’estetista. Avevo 23 anni quando ho conosciuto questa persona con delle mie amiche che mi avevano detto che era brava a modificare labbra e zigomi con questo prodotto. Non sapevo che queste cose potevano far male. Altre conoscenti hanno subito interventi da lei e sono rimaste sfregiate”.

‘Me l’avevano consigliata delle amiche, utilizzava degli aghi grossi ed ha fatto l’intervento a carne viva’

La donna ha spiegato di aver ripercorso la sua vicenda nel sentire la ricostruzione del marito di Samantha. “Purtroppo ho scoperto troppo tardi che questo liquido trasparente non si poteva utilizzare. Lo metteva nei piatti di plastica dove si mangia o nel bicchiere ma la cosa che più mi ha impressionato è che utilizzava questi aghi così grossi e mi ha detto che usava del gel che mi avrebbe addormentato labbra e zigomi e non avrei sentito nulla.

In realtà si trattava di vasellina ed ha fatto l’intervento a carne viva. La cosa incredibile è che hanno suonato alla porta e lei mi ha lasciato così mentre gli urlavo per il dolore. Mi diceva stai zitta, non ti succede nulla. Il giorno dopo è stato terribile perché quando mi sono svegliata ero tutta gonfia e deformata. Avevo il silicone che mi usciva, era un mostro con le labbra gonfie come una papera. Sono uscita con una mascherina, mi aveva messo troppo liquido e mi ha sfregiata. Nonostante abbia pagato 6 dottori io non riesco più a ridere. Lei dopo che mi ha iniettato il silicone me l’ha anche massaggiato”.

‘Il giorno dopo ero un mostro e non riuscivo ad uscire di casa’

La donna ha spiegato che Pamela Andress non le rispondeva più al telefono e le aveva consigliato di prendere un Aulin se avvertiva dolore. “Nessuno mi riusciva a togliere il liquido e non si riescono ad ottenere risultati”. Il professor Lorenzetti ha ribadito che la sostanza utilizzata è illegale dal 1992 in Italia ma che in Sud America è una pratica che si applica ancora.

“Bisogna sempre rivolgersi a personale medico anche perché poi recuperare è difficilissimo se sopravvivi”. Claudia ha raccontato di aver subito tre interventi: “Sono stata con 40 punti in bocca. Non andata da persone che lavorano così, lei mi ha torturato” – ha riferito Claudia in lacrime in chiusura di intervista a Pomeriggio 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.