Come sbiancare i denti
31 Maggio 2022
Vaiolo delle scimmie, Bassetti: ‘Isolamento e vaccini’, gli haters lo attaccano e lui replica (VIDEO)
31 Maggio 2022

Tomba profanata Alfredino Rampi, la madre: ‘Ferita riaperta, possibile collegamento col murales’

Un atto vile e che ha creato sdegno e rabbia in ogni angolo dello Stivale. La tomba di Alfredino Rampi, tragicamente deceduto a 6 anni il 13 giugno 1981 60 ore dopo essere caduto in un pozzo artesiano a Vermicino (Frascati), è stata profanata.

Svastiche sulla lapide dove sono tumulati Alfredino e il fratello Riccardo

La lapide dove sono tumulati Alfredino ed il fratello, Riccardo, deceduto a 36 anni in seguito ad un infarto, è stata oltraggiata con svastiche incise sulla tomba al cimitero romano del Verano. Un gesto che è stato condannato dalle istituzioni e che ha lasciato incredula e costernata la mamma, Franca Rampi. “Quelle svastiche sono uno sfregio alla memoria dei miei figli ed alla nostra famiglia” – ha riferito a Il Messaggero sottolineando che solo un “matto o un vigliacco può aver fatto una cosa terribile”.

Franca Rampi: ‘Sono rimasta scioccata, ero andata a portare un fiore ai miei figli’

La mamma di Alfredino ha spiegato di aver appreso dello sfregio la mattina di domenica 29 maggio quando uno dei responsabili del cimitero le ha comunicato che c’era un problema sulla lapide. “Ero andata a portare un fiore e sono rimasta scioccata quando ho visto quello che avevano fatto. A segnalare l’atto vandalico è stata un’altra persona che si era recata a portare dei fiori sulla tomba dei miei figli”. Presenti anche delle scritte ingiuriose. L’increscioso episodio è stato denunciato ai carabinieri che hanno immediatamente avviato un’inchiesta.

“Abbiamo anche provato a cancellare quelle scritte ed a rimettere tutto a posto. Tutto quello che sta accadendo in queste ore non fa che riaprire ferite mai rimarginate del tutto” – ha aggiunto Franca Rampi che teme che i responsabili non siano individuati nonostante la presenza delle telecamere al cimitero del Verano. L’episodio è accaduto poche ore dopo l’inaugurazione di un murales dedicato ad Alfredino alla Garbatella.

Poche ore prima era stato inaugurato un murales dedicato ad Alfredino alla Garbatella

“Non escludo che i due episodi siano collegati. Appena avremo l’ok dai carabinieri provvederemo alla sostituzione della lapide. I miei figli meritano di riposare in pace”. Il dramma di Alfredino Rampi tenne incollati milioni di italiani davanti alla tv 41 anni fa nella speranza che i soccorritori riuscissero a salvarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.