Antonella Elia e Pietro Delle Piane annunciano le nozze : ‘Questo passo non ci spaventa’
23 Luglio 2022
Dimentica di accompagnare il figlio all’asilo: bimbo di 14 mesi trovato morto a Bordes
23 Luglio 2022

Vaiolo delle scimmie, l’Oms dichiara l’emergenza sanitaria globale: ‘Europa epicentro’

Ora il vaiolo delle scimmie è un’emergenza sanitaria globale come dichiarato dall’Oms. In buona sostanza l’epidemia viene vista dai vertici mondiali della sanità come una minaccia abbastanza significativa per la salute globale che è necessaria una risposta internazionale coordinata.

L’ultima dichiarazione di emergenza sanitaria risaliva a gennaio 2020 con il Covid

L’ultima emergenza sanitaria dichiarata dall’Oms risaliva a gennaio del 2020 quando annunciò lo stato d’allerta per il Covid prima che il virus diventasse pandemico. In questa fase la situazione d’emergenza più preoccupante è in Europa che è l’epicentro dell’epidemia. 

La maggior parte dei casi interessa chi ha avuto rapporti omosessuali con conseguente invito di utilizzare le precauzioni necessarie per evitare di infettarsi. La situazione viene monitorata ma al momento assicurano dall’Oms non c’è il rischio di uno stop e limitazione dei viaggi ed al commercio internazionale.

L’Organizzazione Mondiale per la Sanità ora vede l’epidemia come una minaccia abbastanza significativa per la salute globale che è necessaria una risposta internazionale coordinata per impedire che il virus si diffonda ulteriormente e potenzialmente si trasformi in una pandemia. “Abbiamo un focolaio che si è diffuso rapidamente in tutto il mondo, attraverso nuove modalità di trasmissione, di cui capiamo troppo poco” – ha affermato Tedros.

‘Necessaria risposta internazionale per evitare che si trasformi in pandemia, ci sono nuove modalità di trasmissione’

Sono stati segnalati più di 16.000 casi di vaiolo delle scimmie in più di 70 paesi e il numero di infezioni confermate è aumentato del 77% da fine giugno a inizio luglio. Cinque decessi sono stati segnalati in Africa. Il virus provoca un’eruzione cutanea, simile a vesciche e brufoli, che può diffondersi sul corpo e che spesso è molto dolorosa. L’Europa è attualmente l’epicentro globale dell’epidemia, con oltre l′80% delle infezioni confermate in tutto il mondo nel 2022. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.