Cos’è Flurona, i sintomi del doppio virus
3 Gennaio 2022

Variante Omicron presente nel 28,4% delle acque reflue in Italia

La variante Omicron in forte aumento in Italia. E non sono soltanto i dati registrati negli ultimi giorni nel Bel Paese a confermare l’andamento. Dalla flash survey straordinaria dell’Iss (Istituto Superiore Sanità) è emerso che la nuova variante del Covid 19 è presente nel 28,4% delle acque reflue.

La punta record di variante Omicron registrata in Veneto con l’80%

Nel dettaglio sono stati analizzati 282 campioni raccolti in 98 punti di campionamento di 16 Regioni/Province Autonome con 80 campioni positivi per la variante Omicron mediante un test molecolare rapido messo a punto dall’Istituto Superiore di Sanità. La punta record è stata registrata in Veneto con l’80% di variante Omicron individuata dai test effettuati. L’incremento della circolazione della variante Omicron di SARS-CoV-2 in Italia è stato registrato nelle tre settimane comprese tra il 5 e il 25 dicembre.

“La sorveglianza ambientale del SARS-CoV-2 in acque reflue implementata in Italia da ottobre 2021 a seguito della Raccomandazione (UE) 2021/472 della Commissione del 17 marzo 2021 e del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, si sta rilevando uno strumento fondamentale, complementare alla sorveglianza epidemiologica, per comprendere l’evoluzione della pandemia” – ha spiegato Giuseppina La Rosa del Dipartimento Ambiente e Salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *