giulia salemi e francesco monte
Giulia Salemi e Francesco Monte, la foto su Instagram che infiamma i fan (FOTO)
22 Dicembre 2018
Serie A, Napoli-Spal 1-0: Albiol crea, Meret conserva (VIDEO)
22 Dicembre 2018

Turiste scandinave decapitate: la commovente lettera dell’ex fidanzato di Louisa

turiste scandinave decapitate

Una commovente dedica social per ricordare la sua Lulù. Così Glen Martin chiamava Louisa, la sua ex fidanzata uccisa barbaramente nei giorni scorsi in Marocco. “Divertente, piena di energia, premurosa e riflessiva. Queste erano solo alcune delle tue tante fantastiche qualità. Anche tu eri ben conosciuto per essere distratta, lenta e goffa. Queste qualità ti hanno reso unica e amata. Eri così curiosa e tutto ti ha affascinato. Non ho idea di quante volte stavamo facendo trekking insieme dove mi giro e tu eri sparita, perché così per trovarti lontano dietro di me perché dovevi guardare più vicino ad un bellissimo fiore o qualcosa che la persona media non si sarebbe accorta nemmeno. Hai visto la bellezza in ogni dettaglio più piccolo”. Il post pubblicato da Glen su Facebook ha fatto breccia nel cuore delle tante persone che in queste ore stanno manifestando sdegno e rabbia per quanto accaduto in Marocco alle turiste scandinave Louisa Vesterager Jespersen e Maren Ueland.

Turiste scandinave: in rete diffuso il video dell’orrore, arrestate 13 persone

La ventiquattrenne e la ventottenne sono state barbaramente stuprate e decapitate da persone che inneggiano allo Stato Islamico.  “Mi ha spezzato il cuore sapere che c’è stato qualcuno che ti ha fatto del male. E mi ha distrutto sapere che è successo proprio a te che sapevi tirare fuori il meglio dalle persone”. I terroristi hanno ulteriormente infierito sulle famiglie delle due ragazze diffondendo il video choc della decapitazione e pubblicando foto macabre sul profilo della madre di una delle giovani assassinate. Al momento sono tredici le persone finite in manette per il macabro rito consumatosi nei giorni scorsi. Ulteriori arresti sono stati eseguiti tra Marrakech, Essaouira, Sidi Bennour, Tangeri e Chtouka. Le autorità hanno acquisito ulteriori elementi che confermano che si sia trattato di un atto terroristico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *