feltri camilleri
Vittorio Feltri senza freni su Camilleri: ‘Finalmente non vedremo più Montalbano, un terrone che ha rotto i cog…..’, le reazioni social
19 Giugno 2019
kean italia-polonia u. 21
Italia-Polonia U. 21 0-1, le combinazioni per centrare primo posto e semifinale all’Europeo
20 Giugno 2019

Centenario Salernitana: l’ultima intervista a Iacovazzo e Onorato, il ricordo di Fresa (VIDEO)

Sono trascorsi un po’ di anni, ventuno per l’esattezza, e nel bene e nel male tante cose sono mutate ma ci sono emozioni e ricordi che neanche il tempo può scalfire. Nella stagione di grazia 1997/98 avevo venticinque anni e da tre mi ero approcciato al mondo del giornalismo con entusiasmo e voglia di apprendere. In poco tempo mi ritrovai, ancor acerbo ma volenteroso mestierante, catapultato nel ruolo di redattore (praticante professionista) per volontà dell’allora direttore di Cronache del Mezzogiorno , Gigi Casciello, e del responsabile della redazione sportiva, Tommaso D’Angelo. La sorte non mi ha lasciato una vincita milionaria (mai dire mai) ma la fortuna di raccontare il ritorno della Salernitana in serie A dopo 50 anni e la successiva stagione in massima serie conclusasi con una drammatica retrocessione.

La battuta colorita de ‘o Lione, gli aneddoti di Elio Onorato e del masseur della serie A

Un’esperienza giornalistica unica che non solo mi ha permesso di narrare la cavalcata della squadra allenata da Delio Rossi ma di conoscere alcuni dei protagonisti della prima storica promozione e di intervistarli e ascoltare i loro aneddoti per una lezione di storia calcistica granata che non poteva avere maestri migliori. A Carmine Iacovazzo, detto ‘o Lione, scappò anche un’affermazione colorita nel ricordare la sconfitta di Roma che sancì la retrocessione dei granata in B: “Successe il ’48”, che poi era il titolo dello speciale che Cronache dello Sport e Telediocesi realizzarono, mettendo da parte la scaramanzia, ancor prima che la promozione fosse matematica.

Nell’occasione ebbi la fortuna di intervistare anche Elio Onorato (“Stavamo pareggiando con il grande Torino poi arrivò un battito di mani di Mazzola”) e il masseur Alberto Fresa. Un ricordo che condivido, in occasione del centenario della Salernitana, con i lettori di Notizie Audaci e i tifosi della Salernitana con le clip tratte dallo speciale di Telediocesi ‘Qui succede un ’48’.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *