matteo bocelli
Festival Sanremo: ovazione per il Volo, il figlio di Bocelli incanta e non solo per la voce
5 Febbraio 2019
marco mezzaroma
Salernitana, Mezzaroma: ‘Basta con la favola che non vogliamo andare in A, non c’è nessuna cordata’
6 Febbraio 2019

Paris re del Super G: trionfo mondiale ad Are (VIDEO)

paris

Con il fiato sospeso per due errorini nel finale di gara. Dominik Paris è sul tetto del mondo nel Super G con la gara quasi perfetta sull’insidioso tracciato di Are. Dome non ha frenato laddove gli altri sono stati costretti a frenare o ad uscire di scena. Il ventinovenne meranese si era presentata alla rassegna iridata forte dei successi di Bormio (discesa e Super G) e Kitzbuhel (1° in discesa e 2° in Super G). Uno stato di grazia che ha portato l’azzurro a tuffarsi sulla pista svedese carico a mille. Partito con il tre, come Sofia Goggia il giorno prima, Paris è stato autore di una prova impeccabile fino al penultimo intermedio. Poi due piccole disattenzioni prima di affacciarsi sul traguardo finale sembravano pregiudicare l’impresa. Alla fine la scarsa luminosità e le trappole piazzare dal tracciatore lungo la pista hanno mandato in tilt anche i rivali del velocista. Il francese Clarey e l’austriaco Kriechmayr hanno tenuto i tifosi azzurri in apprensione.

Sci alpino, Paris: ‘Non si vedeva niente ma ce l’ho fatta’

Entrambi sono arrivati ad un soffio del meranese che alla fine ha trionfato con nove centesimi di vantaggio. Quarto l’altro azzurro Innerhofer, a 35 centesimi e ad un tiro di schioppo da quella medaglia che sognava di mettere al collo. Ottima la gara di Casse che ha chiuso all’ottavo posto. Fuori Marsaglia. Senza fare giri di parole Paris ha riferito che la medaglia d’oro in Super G ha un peso specifico importante. “Non si vedeva praticamente nulla ma ce l’ho fatta ugualmente. Ora festeggiamo un po’, c’è la discesa da correre sabato e bisogna ritrovare in fretta la concentrazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *