comune Milano selezioni 78 posti
Bando di concorso Comune di Milano: selezioni pubbliche per 78 posti, dettagli e link utili
30 Novembre 2019
italia sorteggio euro 2020
Sorteggi Euro 2020: l’Italia evita la Francia ma non sarà una passeggiata (video)
30 Novembre 2019

Sergio Vessicchio: ‘Riammesso nell’albo dei giornalisti dal Tar’

sergio vessicchio tar ordine

Radiato dall’Ordine dei giornalisti della Campania e riammesso dal Tar. Ad annunciarlo lo stesso Sergio Vessicchio attraverso i suoi profili social ed il suo Agropoli News dove racconta quotidianamente con passione le vicende del suo territorio.

Irriverente e provocatorio, il giornalista salernitano era già destinatario di un provvedimento di sospensione prima della telecronaca di Agropoli-S. Agnello, match valido per il campionato di Eccellenza, nel corso della quale ha preso di mira dell’assistente Annalisa Moccia con un commento sessista: “Una cosa inguardabile, è uno schifo vedere le donne che vengono a fare gli arbitri” .

Sergio Vessicchio era stato radiato per gli insulti sessisti ad Annalisa Moccia

Inevitabili le polemiche con le richieste di provvedimenti disciplinari nei confronti di Sergio Vessicchio che intervistato dall’inviata di Striscia la notizia,  Rajae Bezzac ,ribadì la sua posizione sugli arbitri donna (“devono arbitrare le donne”) prima di precisare di essersi reso conto di aver sbagliato dopo essersi rivisto. “Mi ha rimproverato anche mia madre”.

Vessicchio, le dichiarazioni a Striscia e lo scontro a Pomeriggio 5

L’autore del libro ’10 anni di Tac’ (Teleagropoli Cilento) è stato protagonista anche di un’accesa discussione nel salotto di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5 e la sua performance ha stuzzicato l’interesse anche de Le Iene. Al termine dell’iter disciplinare ieri l’Ordine dei giornalisti della Campania aveva radiato Vessicchio. Quest’ultimo ha presentato istanza al Tar che ha accolto il ricorso. Il giornalista si è espresso con un laconico “No comment”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *