Lago d’Iseo, l’amica fa una manovra azzardata in barca: 20enne dispersa da 24 ore
2 Settembre 2023 - 15:10
Priscilla Salerno interviene su Palermo dopo le parole di Siffredi: ‘Non siamo il cattivo esempio’
2 Settembre 2023 - 15:46

Nazionale, Spalletti apre agli oriundi per la percentuale negativa sui convocabili in serie A

Luciano Spalletti seguirà la strada tracciata da Roberto Mancini sugli oriundi. C’è una percentuale abbastanza negativa che è quella dei tesserati in serie A, 150 su 570 sono convocabili. 

C’è da vedere la squadra dove gioca, il ruolo. Per questo mi viene facile riprendere un detto indiano che dice ‘Non è dove nasci che rivela la tribù a cui appartieni, ma dove muori’. Quindi dobbiamo andare a vedere anche cosa offrono altre parti del mondo”. 

Spalletti come Mancini sugli oriundi: ‘Su 570 tesserati in serie A sono convocabili solo 150’, il ct cita un proverbio

Il neo ct, durante la conferenza stampa di presentazione, ha detto che conta la partecipazione e la voglia di rappresentare la storia della Nazionale italiana. “Noi abbiamo una storia da rappresentare, gente come Lippi, Pozzo e Bearzot. Dobbiamo dare continuità a questa storia. La vera vittoria è quando vai dall’altra parte del mondo e trovi i bambini che identificano l’Italia con Buffon, è segno che hai evidenziato uno stile e fatto vedere un comportamento”. 

Spalletti convoca 29 azzurri per la prima da ct: due esclusioni e una novità

Luciano Spalletti non ha dubbi: “Bisogna andare a prendere ciò che troviamo anche da altre parti del mondo. Non contano i documenti in tasca ma la partecipazione e la voglia di far crescere il nostro calcio e rappresentare la nostra storia. Non abbiamo alibi”

Redazione
Redazione
Giuseppe D’Alto: classe 1972, giornalista professionista dall’ottobre 2001. Ha iniziato, spinto dalla passione per lo sport, la gavetta con il quotidiano Cronache del Mezzogiorno dal 1995 e per oltre 20 anni è stato uno dei punti di riferimento del quotidiano salernitano che ha lasciato nel 2016.Nel mezzo tante collaborazioni con quotidiani e periodici nazionali e locali. Oltre il calcio e gli altri sport, ha seguito per diversi anni la cronaca giudiziaria e quella locale non disdegnando le vicende di spettacolo e tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *