napoli-stella rossa
Champions League: Napoli e Inter si qualificano se…
29 Novembre 2018
Scrittrice da Chiambretti senza mutande, Cecilia Rodriguez rimprovera il fidanzato (VIDEO)
30 Novembre 2018

Alla scoperta delle… Moderne Odissee di Antonio Morabito

Grande successo per la presentazione del libro del diplomatico ed ex ambasciatore nel Principato di Monaco, Antonio Morabito dal titolo “Moderne Odissee. Viaggio consapevole tra gli irrisolti drammi e i profondi cambiamenti del nostro tempo” (Albatros Edizioni), che si è svolta nei giorni scorsi a Pieve di Cento (Bologna) presso il Museo Magi ‘900. Tanti gli ospiti che hanno onorato l’evento con la loro presenza: al tavolo dei relatori c’erano Debora Cattoni, manager ed organizzatrice dell’evento, Fabio Lamborghini, principale ispiratore di tutte le attività culturali volte a promuovere l’immagine di Ferruccio Lamborghini nel mondo, e Giulio Bargellini, esponente di spicco degli “imprenditori pionieri” che hanno costruito la storia dell’economia italiana nel mondo.

Giulio Bargellini è stato fondatore ed ideatore del Museo d’Arte delle Generazioni Italiane del ‘900 G.Bargellini, oggi divenuto MAGI’900-Museo delle Eccellenze, una vetrina molto importante per gli artisti emergenti e per i nomi illustri che qui espongono con le loro Gallerie.

Presentato a Pieve di Cento l’ultimo libro di Antonio Morabito

La presentazione del libro ha ottenuto un grande riscontro con un enorme numero di copie autografate vendute, ma è stata sopratutto una vetrina importante per la piccola ma preziosa comunità di Pieve di Cento per far conoscere i tesori di questo borgo così antico, e che da oggi, a piccoli passi, potrebbe ottenere una grande ribalta all’attenzione dei mainstream mondiali. L’incontro con l’autore Antonio Morabito è stata l’occasione per riflettere sugli effetti devastanti di una società globale alla deriva: i flussi migratori in entrata e in uscita, gli esodi dei giovani in cerca di migliore fortuna, le diseguaglianze economiche e alle contraddizioni di una distinzione sempre più labile tra “Primo”, “Secondo” e “Terzo Mondo”, tra paesi economicamente avanzati e paesi emergenti, tra le povertà storiche dell’Africa e le nuove ghettizzazioni.

Il mondo virtuale oggi sta creando una “nuova umanità”, ma al contempo può diventare un’arma a doppio taglio che, da un lato, ci fa evolvere verso nuovi paradigmi sociali, antropologici e culturali, e dall’altro lato rischia di annientarci. Si è discusso quindi delle problematiche di una umanità (quasi) perduta, eppure in cerca di nuove possibilità di riscatto.

Gli elogi di Giulio Bargellini

“In questo museo si svolgono molti eventi, ma in questo mi sono emozionato. Per me Antonio Morabito è come un fratello” – ha encomiato l’imprenditore Giulio Bargellini. Bargellini sarebbe felice di ospitare nuovamente il diplomatico Antonio Morabito poiché tra loro si è instaurata una bella intesa, avendo in comune la propensione per il sociale e per la situazione in Africa. Lo stesso Morabito ha apprezzato il grande lavoro che Bargellini sta portando avanti con l’intento di elevare il valore della cultura e dell’arte nel mondo, mostrando grande interesse nel creare un interessante sodalizio, sulla scia dei grandi eventi che vengono realizzati all’interno del Museo Magi.

“È stata una serata eccezionale, svoltasi nel tempio dell’arte e della cultura, creato da Giulio Bargellini, imprenditore pioniere, geniale e innovativo filantropo mecenate dell’arte, con Fabio Lamborghini, coordinatore dell’evento, che rappresenta un mito e una leggenda italiana, e Debora Cattoni, efficace e impeccabile promotrice di successo” – ha evidenziato Antonio Morabito, autore del libro “Moderne Odissee”. Debora Cattoni, entusiasta dell’evento, ha lanciato l’idea di un prossimo evento a sorpresa con un importantissimo critico d’arte.

L’impegno di Fabio Lamborghini, nuovo evento con Sgarbi?

Sarà Vittorio Sgarbi? Lasciamo la suspense.  Fabio Lamborghini, grande esempio di chi sta attuando un immenso lavoro di congiunzione tra imprenditoria, cultura e storia del costume, anche lui molto soddisfatto della impeccabile organizzazione della manager Debora Cattoni, ha fatto da relatore, presentando il libro di Morabito, e ha curato in modo encomiabile il lavoro di coordinamento di un evento esclusivo, la cui ideatrice e promotrice è stata proprio la manager umbra. “Sono davvero entusiasta perché tutto quello che ho pensato l’ho portato a termine – ha commentato Debora Cattoni – oggi avere idee fattibili non è scontato, e soprattutto in questa società dove la gente tende più a parlare che a fare, e non c’è stimolo a volersi inventare, creare visto le gravi difficoltà economiche del nostro paese” – ha chiosato la manager.

Prima della presentazione del libro c’è stata la visita guidata da lui stesso coordinata all’interno del Museo Magi, la cui estensione è immensa: circa 9.000 metri quadri di dipinti che ripercorrono il viaggio artistico fra i capolavori più belli dell’arte contemporanea.

I grandi maestri dell’arte al Museo Magi

Tra i maestri storici dell’arte del Novecento in mostra permanente vi sono nomi illustri come Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Renato Guttuso, Carlo Levi, Amedeo Modigliani, Antonio Ligabue, Renato Vernizzi e molti altri ancora. Un elogio particolare ai tre artisti, Nicholas Butler, illustre pittore che predilige raffigurare ritratti in stile pop art, e Marco Terenziani, noto ed eccelso illustratore di arte figurativa, (entrambi presenti all’evento) e Francesco Verdi, il sapiente “pittore della luna”, che hanno impreziosito la serata e le cui opere sono state molto apprezzate.

Si ringrazia, inoltre, il fotografo Angelo Rosa e per le riprese audio visive il regista Paolo Filippone. Un coordinamento perfetto e un’idea geniale quella della manager Debora Cattoni che con le sue iniziative davvero esclusive continua a stupire l’Italia e il mondo intero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *