David Luiz
David Luiz ha firmato per il Flamengo, la Salernitana non era mai stata in partita
12 Settembre 2021
Torino-Salernitana 4-0, pagelle e highlights: retroguardia colabrodo, Simy non c’è
12 Settembre 2021

Terrore a Rimini, 26enne accoltella 5 persone dopo una discussione sul pullman: bimbo di 6 anni ferito e operato d’urgenza

Accoltellamento Rimini

Terrore a Rimini sul bus della linea 11 nel pomeriggio di sabato 11 novembre al Miramare. Un 26enne di origine somale ha accoltellato due controllori donna che gli hanno chiesto il biglietto all’altezza della fermata Riminiterme. Per tutta risposta l’uomo sferra due fendenti e ferisce le due dipendenti davanti agli occhi atterriti dei passeggeri che hanno poi dato l’allarme.

La furia cieca del cittadino somalo dopo aver litigato con i controllori per il biglietto

Il giovane ha continuato a seminare il panico ed ha tentato di rapinare due automobilisti per fuggire in auto senza riuscirvi. L’escalation di violenza continua con lo straniero che durante la fuga ferisce altre tre persone. Tra queste anche un bambino di sei anni, di origine bangladese,  ora ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale Infermi. Secondo quanto avrebbero riferito i medici l’aggressore gli ha reciso la giugulare con un fendente: il piccolo, ricoverato all’ospedale Infermi. Nella notte è stato operato d’urgenza e sarebbe fuori pericolo anche se resta ricoverato in prognosi riservata in Rianimazione.

Arrestato il 26enne, aveva chiesto lo status di rifugiato

Da rilevare che il cittadino somalo aveva presentato domanda per ottenere lo status di rifugiato. Il cittadino somalo è stato bloccato dagli agenti di polizia, nei suoi confronti è stato disposto il fermo dal pm Davide Ercolani, che sta coordinando le indagini. Al momento non è esclusa alcuna pista riguardo il movente dell’aggressione. Il giovane era ospitato in una struttura della Croce Rossa e già in passato aveva manifestato una personalità violenta. Gli inquirenti non hanno escluso che fosse sotto l’effetto di droghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *