C'è posta per te
Anticipazioni C’è Posta per Te 23 gennaio, madre sbotta contro la figlia: ‘Disse ti do anche la corda’
22 Gennaio 2021
Claudia Lepore
Italiana uccisa a Santo Domingo, 59enne modenese trovata in un frigorifero: sborsati 30mila euro per assassinare Claudia Lepore
23 Gennaio 2021

Palermo, il papà di Antonella: ‘Tik Tok era il suo mondo, mi fidavo di lei’, lo zio: ‘Rispettate il nostro dolore’

bambina morta Palermo

“Qualcuno si permette di criticare, ma come possono in un momento del genere. Rispettate il nostro dolore”. Francesco Sicomero, zio della bambina di 10 anni morta per soffocamento per una terribile challenge su Tik Tok, replica a chi in queste ore ha puntato l’indice nei confronti della famiglia di Antonella in merito al controllo della sua attività social.

Francesco Sicomero ha cercato di rianimare la nipote: ‘Qualcuno si permette anche di criticare’

Al Corriere della Sera il palermitano ha raccontato di aver tentato di rianimare la bambina con la respirazione bocca a bocca quando il fratello ha lanciato l’allarme. “Ho fatto anche il massaggio cardiaco ed ho chiamato disperatamente il 118 ma non rispondeva nessuno”. Da qui la disperata corsa all’ospedale De Cristina dove la bambina è deceduta giovedì 21 gennaio alle 13:00. Gli zii di Antonella vivono nella stessa palazzina dei genitori e spesso restava anche a dormire da loro.

Antonella Sicomero

Papà Angelo: ‘Con mia figlia avevo un dialogo costante’

“Siamo un’unica famiglia” – ha precisato lo zio che non ha digerito le critiche rivolte ai genitori della ragazzina. Sulla questione si è soffermato anche il papà della bambina. “Controllarli? Avevo un dialogo costante con mia figlia e per questo si era instaurato un rapporto di fiducia” – ha precisato Angelo Sicomero al Corriere della Sera dopo aver precisato che la figlia aveva una grande passione per i social.

Tik Tok era il suo mondo, stava sempre lì e su YouTube”. I genitori di Antonella hanno deciso di donare gli organi della figlia per dare una speranza di vita a chi sta lottando per restare aggrappato alla vita.

‘L’a donazione degli organi? Antonella era una ragazzina generosa ed avrebbe detto sì’

Antonella era una ragazzina generosa ed avrebbe sicuramente detto sì. Visto che non potevamo averla più con noi, abbiamo ritenuto giusto aiutare altri bambini”. Tanti i messaggi di cordoglio e di sostegno che in queste ore ha ricevuto sul profilo social dove ha condiviso una foto ricordo con le figlie e la moglie Chiara, incinta e prossima al parto.

antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *