Vincenzo De Luca
Campania, zero contagi oggi 4 giugno, De Luca: ‘Un passo significativo’
4 Giugno 2020
elefante morto ananas
Elefante ucciso con un ananas ripieno di petardi nel Kerala, era incinta: un arresto
5 Giugno 2020

Brasile in ginocchio: superata l’Italia per morti da coronavirus, allarme anche in Messico

coronavirus

Il Brasile ha superato l’Italia per numero di morti per complicazioni da Covid-19 giovedì 4 aprile. Con un altro record giornaliero di morti, 1.473 in 24 ore, che ha portato il tragico bilancio a 34.021 vittime per la pandemia. Il Paese sudamericano è secondo solo al Regno Unito e agli Stati Uniti secondo l’ultimo bilancio del Ministero della Salute. Lo stato di San Paolo ha fatto marcia indietro dopo aver ipotizzato una riapertura delle scuole a luglio.

Brasile: le vittime salgono a 34.021, oltre 1400 decessi in 24 ore

E, al di là delle dichiarazioni di Bolsonaro, c’è il timore che la situazione possa ulteriormente peggiorare. Nelle ultime ore c’è stata una nuova impennata di casi che ha portato il Brasile ad un totale di 615.870, seconda nazionale al mondo per numeri di contagiati da Coronavirus.

Le cifre della pandemia in tutto il mondo

In tutto il mondo, la pandemia ha già causato circa 389.600 morti, secondo il panel dell’università americana Johns Hopkins. La malattia è iniziata in Cina, che oggi ha poco più di 4.600 morti. Il paese asiatico più colpito è l’Iran, con oltre 8 mila morti.

Cresce l’allarme in Messico, situazione preoccupante in Iran e India

L’Europa, che un tempo era l’epicentro della malattia, ha allentato le regole di contenimento stabilite a causa del nuovo coronavirus. Ora ‘l’epicentro’ del virus sembra essersi spostato in America Latina con il Messico che ha fatto registrare altre 812 morti per un totale di 12.545 vittime. Dati poco rassicuranti arrivano anche da alcuni Paesi asiatici come India, settima nazione al mondo per numero di casi (226.713), e Iran (superati gli ottomila morti nelle ultime 24 ore).

Covid 19, l’Europa rivede la luce

Nel Vecchio Continente, dopo alcuni giorni, la Spagna è tornata a registrare decessi (5 morti per oltre 300 casi). La Russia è la terza nazione al mondo come contagi con 441.108 casi ma con un numero di decessi (5384) contenuto rispetto a Paesi che registrano una minore diffusione del contagio.

Riapertura delle frontiere a rischio per alcuni Paesi

In linea generale in tutto il mondo il virus continua pericolosamente a ‘correre‘ e bisognerà valutare con attenzione la riapertura delle frontiere ad alcuni Paesi dove la situazione è ancora lontana dall’essere sotto controllo. In basso il report relativo al trafico bilancio delle vittime in riferimento ai Paesi più colpi.

  1. Stati Uniti: 107.979
  2. Regno Unito: 39.987
  3. Brasile: 34.021
  4. Italia: 33.689
  5. Francia 29.065
  6. Spagna 27.133
  7. Messico 12.545
  8. Belgio 9.548
  9. Germania 8.736
  10. Iran 8071

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *