gino fastidio e elisabetta gregoraci
Gino Fastidio si scusa con la Gregoraci a Made in Sud, la dolce ‘richiesta’ della show girl (VIDEO)
9 Aprile 2019
walter nudo
Walter Nudo ricoverato d’urgenza, l’allarme di Silvestrin: ‘Spero si sia fermato in tempo’ (VIDEO)
9 Aprile 2019

Candida auris, scatta l’allarme: il fungo può uccidere in 90 giorni, i dettagli

Candida auris

Sintomi che possono essere scambiati per quelli di una banale influenza ma dietro i quali può nascondere la Candida auris, il micidiale fungo che ha messo in allarme gli scienziati e che può causare la morte in 90 giorni. In particolare può essere letale quando colpisce soggetti in cui le difese immunitarie sono estremamente deboli. Molto spesso si sviluppa negli ospedali ed al momento i ricercatori non hanno individuato un farmaco in grado di contrastare con efficacia i suoi pericolosi effetti. In particolare la Candida Auris secondo quanto riferito dal New York Times è resistente perché impermeabile ai principali farmaci antifungini. Particolari che desta preoccupazione tra gli esperti con il dottor Matthew Fisher dell’Imperial Collage di Londra che senza mezzi termini ha parlato di problema enorme.

Candida auris, i sintomi sono simili a quelli dell’influenza

A tal riguardo il dottor Scott Lorin ha raccontato che in una stanza di ospedale il fungo era presente dappertutto: “Dal telefono, alle rotaie del letto passando per il materasso fino al lavandino”. Inoltre, come evidenzia il New York, sia il fungo che altri batteri stanno gradualmente rafforzando le proprie difese riuscendo così a sopravvivere ai moderni medicinali. A contribuire alla diffusione della Candida auris ci sarebbe stato l’uso eccessivo nelle colture di fungicidi. Da rilevare che negli Stati Uniti sono stati rilevati 587 casi di persone che hanno contratto la Candida Auris. I sintomi iniziali sono stanchezza, febbre e dolori articolari. Un campanello d’allarme soprattutto per i soggetti in cui le difese immunitarie risultano particolarmente deboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *