neve
Maltempo: 4 morti nel Lazio, Campania: paura nel porto di Ischia per uno scontro tra navi
23 Febbraio 2019
lorenzo-e-claudia
Lorenzo e Claudia dopo la scelta a Uomini e Donne: il primo scatto di coppia su Stories
23 Febbraio 2019

Choc a Madrid, figlio cannibale fa a pezzi la madre e la mangia con il cane

figlio cannibale madrid

Ha ucciso la madre al culmine dell’ennesima lite, l’ha fatta a pezzi e mangiata con il cane. Questa l’agghiacciante scoperta della polizia di Madrid che ha fatto scattare le manette nei confronti di Alberto Sanchez Gomez per l’orribile omicidio della congiunta. Un’amica della sessantaseienne Maria Soledad Gomez aveva allertato le forze dell’ordine perché insospettita dalla sua assenza. “Non la vedevo da un mese” – ha riferito la donna agli agenti. Lo strano comportamento assunto dal figlio della vittima ha spinto i poliziotti ad entrare nell’abitazione e rinvenire il cadavere in putrefazione parzialmente smembrato dal ventiseienne e depositato in delle vaschette.

Madrid, il ventiseienne litigava spesso con la madre

Di fronte al macabro ritrovamento uno degli agenti ha avvertito un malore ed ha lasciato in fretta l’appartamento per problemi di stomaco. Secondo i primi rilievi madre e figlio litigavano spesso con Maria Soledad che aveva già presentato dodici denunce. In alcune circostanze la donna per evitare conseguenze più gravi al figlio riferiva che i lividi che presentava sul corpo se li era procurati in seguito a delle cadute verificatesi quando portava a passeggio il cane. L’ultima lite si è rivelata fatale alla donna con l’orribile delitto del figlio cannibale. Al momento non è noto se Alberto Gomez fosse in cura per qualsiasi tipo di malattia mentale. Nelle settimane scorse un altro uomo è stato arrestato nella città di Alcalá de Henares (Madrid) con l’accusa di aver ucciso una ventiduenne e di averla macellata. Il corpo della giovane è stato trovato in un congelatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *