onomastico Egidio
Buon onomastico Egidio oggi 1° settembre: immagini di auguri da condividere sui social
1 Settembre 2021
Bambina morta Cusano
Bimba di 11 mesi accusa un malore mentre mangia lo yogurt e muore in provincia di Milano: disposta l’autopsia
1 Settembre 2021

Coniugi fatti a pezzi nel fiorentino, una gravidanza da tenere segreta sarebbe il movente: Elona Kalesha al Riesame

coniugi sollicciano

Avrebbe ucciso i genitori dell’ex fidanzato perché volevano rivelare al figlio che aspettava un bambino da un altro uomo. Sarebbe questo il movente che avrebbe spinto la 36enne albanese Elona Kalesha a commettere il duplice omicidio secondo la ricostruzioni degli inquirenti. Shpetim e Teuta Pasho sono stati fatti a pezzi e rinvenuti smembrati all’interno di quattro valigie abbandonate nei campi intorno al carcere di Sollicciano, in provincia di Firenze.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri diretti dal pm Ornella Galeotti che mercoledì 1° settembre ha depositato nuovi documenti al Riesame, chiamato a pronunciarsi sulla richiesta di scarcerazione presentata dai legali della donna che è detenuta al carcere di Firenze dallo scorso dicembre.

Per gli inquirenti la trentaseienne temeva che i suoceri rivelassero la gravidanza all’ex fidanzato

Elona Kalesha avrebbe abortito in ospedale a Firenze nell’ottobre del 2015, pochi giorni prima della scomparsa dei Pasho, avvenuta il 1 novembre, e della scarcerazione dell’ex fidanzato, detenuto nel carcere di Sollicciano fino al 2 novembre dello stesso anno. alcuni familiari di Teuta Pasho avrebbero riferito agli investigatori che pochi giorni prima di scomparire la donna aveva manifestato la volontà di parlare col figlio di una cosa che riguardava Elona, e che lui avrebbe dovuto scegliere tra la sua famiglia e la fidanzata. Negli atti del processo anche l’interrogatorio di Taulant Pasho che al pm ha negato di essere il padre del bambino e che non era a conoscenza della gravidanza dell’ex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *